Installare Windows XP da ambiente DOS

La tipica installazione di Windows XP fa uso del Cd-Rom stesso, caricato all'avvio del PC. In talune circostanze, dovute magari a limitazioni hardware, ciò non è possibile. Ecco come installare il sistema senza adoperare il set di dischi floppy di Microsoft.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-01-2004]

Windows XP, come Windows 2000 e Windows Server 2003, grazie al kernel proprietario di Windows NT, rappresenta un OS mediamente più stabile e affidabile dei sistemi Windows 9X. La sua struttura non si basa più su MS-DOS, per cui molte delle comuni procedure alle quali ci eravamo abituati non sono più percorribili, a meno di aggirare gli ostacoli che si presentano.

Una delle questioni che viene posta più spesso riguarda il metodo di installazione non convenzionale, ovvero non adoperando il boot da Cd, né tantomeno facendo uso dei floppy necessari a eseguire un'installazione secondo i canoni dettati da Microsoft.

Per effettuare un setup pulito e veloce esiste un metodo che i più non conoscono e che risulta essere così banale che vi chiederete come non ci abbiate pensato prima.

- Avviate il sistema con un disco di avvio di Windows 98;
- Inserite il Cd-Rom di Windows 98 nel lettore;
- Eseguite smartdrv.exe dalla cartella "Cd" del Cd-Rom di Windows 98 (file caching);
- Digitate cd.. per tornare alla directory principale;
- Estraete il Cd-Rom di Windows 98 e inserite il Cd-Rom di Windows XP nel lettore;
- Copiate la cartella i386 dal Cd di Windows XP in C:, digitando md C:\I386 (per creare la cartella I386 in C:) e quindi copy D:\I386 C:\I386 (assumendo che la vostra unità Cd sia D:)
- Entrate nella directory C:\I386 (il comando è cd I386) e digitate winnt.exe per lanciare il setup dal disco rigido.

Potete anche copiare il file SMARTDRV.exe su un floppy di avvio, così sarà sempre disponibile se necessario.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per quale motivo NON sei (più) sul social network più famoso?
Facebook mi ha stufato. Preferisco godermi Internet.
Non voglio che gli altri si facciano i fatti miei.
Ho da fare. Facebook mi fa perdere tempo.
Amo di più la vita reale.
Non voglio che si sappiano in giro i miei segreti.
Non ho testa per Facebook in questo momento.
A mia moglie (marito, fidanzat*, ragazz*) dà fastidio che io sia su Facebook.
Facebook vende i nostri dati e non rispetta la privacy.
Mi sono accorto che iniziavo a farmi sempre di più i fatti degli altri.
Facebook è morto. Io adesso uso Twitter (o Google+, Pinterest ecc.)

Mostra i risultati (3921 voti)
Dicembre 2019
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Tutti gli Arretrati


web metrics