Twitter, arrivano i messaggi vocali



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-06-2020]

twitter messaggi vocali

Come può reinventarsi una piattaforma di microblogging, nata per inviare messaggi brevissimi (appena 140 caratteri)?

Può concedere un numero maggiore di caratteri, può aggiungere funzioni che somigliano molto a quelle dei suoi rivali nati espressamente per essere dei social network. E poi può aggiungere l'audio.

È questa infatti l'ultima novità di Twitter: la possibilità di sostituire il solito testo con un breve messaggio audio - una nota vocale, come si usa dire - registrato direttamente dall'utente.

«A volte 280 caratteri non sono abbastanza e certe sfumature della conversazione si perdono nella traduzione» spiega Maya Patterson, dirigente di Twitter.

«Così, a partire da oggi, stiamo mettendo alla prova una nuova funzionalità che aggiungerà un tocco più umano al modo in cui usiamo Twitter: la vostra voce».

Dopo aver provato a diventare un po' più simile a Facebook, insomma, Twitter sembra aver deciso di avvicinarsi ora anche a WhatsApp dove i messaggi audio spesso sostituiscono i messaggi più lunghi, e pazienze se ascoltare una registrazione non è sempre pratico o rispettoso (soprattutto in luoghi affollati).

Dal punto di vista di chi frequenta Twitter, un tweet con un audio incorporato non appare molto diverso da un tweet con un video incorporato: la riproduzione si avvia nel medesimo modo, ma l'immagine è costituita dalla foto del profilo dell'autore.

Per registrare l'audio è stata introdotta una nuova icona che rappresenta la forma d'onda di una generica registrazione sonora, ma - come per il testo - è necessario essere sintetici: il messaggio non può durare più di 140 secondi.

Se si oltrepassa il limite, le parole pronunciate non vanno perse: Twitter si occupa di creare automaticamente un thread, spezzando l'audio su più tweet.

Al momento i tweet vocali sono disponibili a un numero limitato di utenti che accedono alla piattaforma dall'app per iOS; la disponibilità universale arriverà nelle prossime settimane.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La finta privacy di WhatsApp
Siate i follower di voi stessi
Fidarsi di webcam e microfono sempre accesi
Messaggi vocali e netiquette, parliamone
Il galateo dei messaggi vocali
Twitter abolisce ufficialmente il limite dei 140 caratteri

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3913 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 dicembre


web metrics