Campari colpita da un attacco ransomware



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-11-2020]

campari ransom note

Domenica scorsa la Campari è stata colpita da un attacco di ransomware che ha penetrato la rete informatica dell'azienda e ha crittografato parte dei suoi file.

I criminali, che si sono firmati Ragnar Locker, chiedono ora un riscatto per fornire la chiave di decrittazione e hanno pubblicato online delle immagini di documenti interni della Campari per dimostrare che fanno sul serio.

La Campari ha pubblicato un comunicato stampa nel quale ha confermato l'attacco e ha detto di averlo "prontamente identificato", riconoscendo però che l'intrusione ha avuto parziale successo, visto che parla di "limitare la diffusione del malware nei dati e sistemi" e di una "temporanea sospensione dei servizi IT".

03/11/2020 08:33:29

Campari Group vittima di un attacco malware

Campari Group informa che, presumibilmente il giorno 1° novembre 2020, è stato oggetto di un attacco malware (virus informatico), che è stato prontamente identificato.

Il dipartimento IT del Gruppo, con il supporto di esperti di sicurezza informatica, ha immediatamente intrapreso azioni volte a limitare la diffusione del malware nei dati e sistemi. Pertanto, la società ha attuato una temporanea sospensione dei servizi IT, in quanto alcuni sistemi sono stati isolati al fine di consentirne la sanificazione e il progressivo riavvio in condizioni di sicurezza per un tempestivo ripristino dell'ordinaria operatività.

Contestualmente è stata avviata un'indagine sull'attacco, che è tutt'ora in corso. Si ritiene che dalla temporanea sospensione dei sistemi IT non possa derivare alcun significativo impatto sui risultati del Gruppo. Nel frattempo, Campari Group ha prontamente avviato una piena collaborazione con le autorità competenti.

Il guaio del ransomware è che viene sempre sottovalutato dalle vittime, che troppo spesso pensano "ma chi vuoi che mi attacchi?" e raramente investono in prevenzione e in sicurezza informatica. Che sono degli investimenti, non dei costi.

Fonte aggiuntiva: ZDNet.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Il fenomeno del ban-as-a-service
Colpevoli di ransomware
Il ransomware Cring infetta i server Vpn
4 italiani su 10 pagano i riscatti del ransomware
Studenti e lavoratori in smart working nel mirino dei ransomware

Commenti all'articolo (4)

Eh sì, davvero male... :wink: Comunque se si vuole pensare di stare al sicuro - inteso come restare on line senza dover resettare tutto e recuperare i dati dai backup - rispetto ad un attacco ransomware mirato e confezionato apposta - non parlo di un attacco generico - come probabilmente è successo in questo caso bisogna elevare di... Leggi tutto
14-12-2020 19:01

se al CED hanno 'un ragazzo' sono messi male davvero :twisted: Leggi tutto
11-11-2020 17:46

Concordo con Luca che ci vuole più cultura infomatica nelle aziende. ed anche rivalutare i fatto di buttare tutto su server connessi ad internet a volte non ha senso buttare tutti i propri file nel cloud se servono solo alle sedi locali basta usarli in locale con un back up interno
10-11-2020 23:02

{Luca B.}
Una tra le aziende più importanti in Italia. Tra quelle che vanno meglio (capitalizzazione, liquidità, indici economici e finanziari) che non investa in sicurezza informatica è sinonimo della cultura informatica che ha l'industria in questo paese.... Se la caveranno. Ne hanno tutta la possibilità... Leggi tutto
8-11-2020 18:32

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2800 voti)
Settembre 2021
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Luglio 2021
Nuovo digitale terrestre, tutto rimandato
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 17 settembre


web metrics