Apple svela il Mac Studio con l'enorme e potente chip M1 Ultra



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-03-2022]

mac studio 01

Le previsioni sono state confermate: durante l'evento Peak Performance Apple ha tolto il velo al Mac Studio, un PC desktop che si pone idealmente a metà strada tra il Mac Mini e il Mac Pro.

Come da indiscrezioni, il Mac Studio si presenta con due "cuori" differenti: il chip M1 Max, già visto all'opera nei MacBook Pro del 2021, oppure il chip M1 Ultra che, secondo Apple, dovrebbe garantire prestazioni del 50% superiori a quelle del modello più "carrozzato" di Mac Pro e notevolmente migliori di un iMac da 27 pollici.

Il chip M1 Ultra non è basato su un'architettura del tutto nuova: l'enorme chip (8 volte la superficie del M1 Max) è in buona sostanza, invece, costituito da due M1 Max che, insieme, danno vita a un processore da 114 miliardi di transistor, per un totale di 20 core (16 ad alte prestazioni, quattro ad alta efficienza) e un Neural engine da 32 core.

Il Mac Studio può essere equipaggiato con 32 o 64 Gbyte di RAM (M1 Max) oppure con 64 o 128 Gbyte di RAM (M1 Ultra), e un'unità SSD da 512 Gbyte a 8 Tbyte.

Per quanto riguarda le connessioni, il computer è dotato di tre porte frontali con connettore USB-C: nella versione M1 Max supportano lo standard USB 3.2, mentre nella versione M1 Ultra supportano Thunderbolt 4 (che è retrocompatibile con USB); vi è poi uno slot per schede SD.

Sul retro ci sono quattro porte Thunderbolt 4, una porta Ethernet a 10 Gbit/s, due porte USB-A, una porta HDMI, un jack audio per cuffie o altoparlanti esterni. Non mancano il supporto integrato a Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0.

Tutto ciò è racchiuso in un corpo che pesa 2,7 kg (M1 Max) o 3,6 kg (M1 Ultra) e misura 19,7 x 19,7 x 9,5 centimetri.

Dal punto di vista dei prezzi, non si può dire che il Mac Studio sia particolarmente economico: la versione base, con chip M1 Max costa 2.349 euro, mentre quella più completa, con M1 Ultra, 128 Gbyte di RAM e SSD da 8 Tbyte, arriva senza fatica a 9.249 euro.

mac studio 02
mac studio 03
mac studio 04

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Studio Display, lo schermo da 27 pollici compagno ideale per il Mac Studio

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il malware misterioso che ha già infettato 30.000 Mac

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 22)

:malol: :malol: :malol: A tutto c'è un perché, in fondo il panno in micro fibra da 25 € costa solo lo 0,2% del Mac... Leggi tutto
28-3-2022 18:58

Tra un po' faranno più soldi vendendo davvero mele, con quel che costa il cibo... :shock: Leggi tutto
28-3-2022 14:50

I fan della mela morsicata sarebbero capaci. Magari non tutti i PC, ma su 10 un Mac.. Vedo molti piccoli imprenditori che puntano su Mac e iPhone, ovviamente se lo usano loro, i dipendenti possono ancora usare XP con il vecchio gestionale di 20 anni fa. Leggi tutto
28-3-2022 14:45

E dopo questa spesa, il panno in microfibra a 25 euro ti sembra regalato Leggi tutto
27-3-2022 19:09

I ricchi si pagano più volentieri i servizi di qualcun altro che semplicemente li sollevi dall'onere di dover usare certi strumenti: secondo te un CEO rinuncerebbe prima al computer od alla segretaria che lo usi al suo posto? Cinicamente, aggiungerei, certo al primo visto che per la seconda magari ha una visione fin troppo ampia di... Leggi tutto
27-3-2022 10:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (1578 voti)
Dicembre 2022
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 dicembre


web metrics