Una petizione on line contro gli Sms elettorali

Il movimento per la difesa dei consumatori Cittadinanza Attiva promuove sul suo sito una petizione on line contro gli Sms elettorali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-06-2004]

Cittadinanza Attiva è uno dei maggiori movimenti italiani per la difesa dei consumatori e per la promozione dell'impegno civico: ha il merito, storicamente, di aver fondato 30 anni fa il primo Tribunale per la difesa dei diritti del malato, una realtà che oggi opera in tutta Italia.

Questo movimento promuove sul proprio sito una petizione on line per protestare contro l'invio a tutti i clienti italiani di telefonia mobile dell'Sms elettorale, a cura della Presidenza del Consiglio, che invita a recarsi alle urne. Cittadinanza Attiva si chiede perché, se l'Sms è considerato di natura pubblica, non è stato inviato un Sms che ricorda la scadenza del pagamento delle tasse o dell'Ici? Anche questi Sms, gratuiti, vengono inviati ai contribuenti che si iscrivono sul sito dell'Agenzia delle Entrate accettando questa forma di informazione e solo a questi, e il mancato puntuale pagamento delle tasse, a differenza del voto, prevede gravi sanzioni amministrative.

Ciascun modullo sarà inviato anche, per conoscenza, al Garante per la privacy.

Citadinanza Attiva avanza anche il dubbio che, alla fine, i costi dell'operazione saranno a carico dei contribuenti e li calcola in 4 milioni di Euro (10 centesimi a messaggio per 40 milioni di tenze) ma, finora, i gestori mobili, in caso di invio di Sms da parte del Governo o anche di amministrazioni locali non hanno fatto pagare nulla all'erario.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (1)

Alessio
Il primo spammatore Leggi tutto
15-6-2004 07:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il numero di multe per l'utilizzo di smartphone alla guida aumentato del 18% nel primo semestre 2017. Il direttore del servizio di Polizia Stradale propone il ritiro della patente fin dalla prima infrazione, con una sospensione di un minimo di 15 giorni. Sei d'accordo?
S
No

Mostra i risultati (2272 voti)
Settembre 2021
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 settembre


web metrics