L'antivirus di casa Microsoft

Microsoft si prepara a entrare nel mondo della sicurezza informatica con il proprio antivirus.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-06-2004]

Mike Nash, il responsabile del dipartimento di sicurezza in casa Microsoft, ha annunciato in questi giorni che il big di Redmond sta sviluppando un proprio antivirus, per lottare contro i programmi maligni (virus, worm e altro) che attaccano tutti i giorni il suo sistema operativo Windows.

Anche se non è stata annunciata ancora una data di uscita, Microsoft conferma che questo antivirus sarà venduto separatamente da Windows, cioè non sarà integrato in questo.

Tirano quindi un sospiro i big del settore, infatti, quando Microsoft integra un prodotto nel proprio software, chi vende prodotti simili muore soffocato.

Pensiamo al browser Netscape, che aveva oltre l'80% del mercato nel 1996, quando Microsoft stava sviluppando Internet Explorer. Un anno dopo, la percentuale di chi aveva installato Netscape era scesa al 55%. Oggi Netscape non viene più utilizzato dai navigatori, mentre Internet Explorer domina il mercato.

Sulla "non integrazione in Windows" Symantec, in un suo comunicato, si dichiara favorevole a questa decisione, affermando che è soddisfatta perché "Microsoft ha optato per una concorrenza leale". Nonostante ciò, il giorno seguente alla dichiarazione di Microsoft in riguardo al proprio antivirus, l'azione Symantec ha perso il 6,5% di valore in una giornata.

L'intenzione di creare un antivirus in casa Microsoft, rivela il perché dell'acquisizione (avvenuta l'anno scorso) della società rumena GeCAD Software, nota per la creazione di antivirus.

Forte comunque resta la contraddizione nella questione "antivirus di Microsoft": da una parte l'azienda di Redmond crea prodotti insicuri e dall'altra cerca di risolvere le sue lacune di sicurezza con altri suoi prodotti.

Inoltre, scaricare gli aggiornamenti degli antivirus per gli utenti è una operazione abituale. C'è chi afferma che Microsoft potrebbe sfruttare questa abitudine per far scaricare, accanto agli aggiornamenti per il proprio antivirus, anche patch per il Windows, in modo da far sembrare ai propri clienti che si trovino sempre meno bug nei suoi prodotti. Si tratta comunque solo di voci.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Ciccio
Ahem.... Leggi tutto
14-3-2005 13:18

MaX
paura? Leggi tutto
25-6-2004 21:24

Francesca
Secondo me includeranno l'antivirus nel pacchetto, invece, come hanno fatto con Internet Explorer...che importa alla Microsoft della concorrenza leale? Del resto nel mercato sopravvive chi non soccombe,no?
25-6-2004 18:23

Casella12
M$ antivirale Leggi tutto
25-6-2004 14:11

Marco
ClamAV forever! Leggi tutto
24-6-2004 13:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali autorizzazioni hai concesso alle applicazioni presenti sul tuo dispositivo mobile?
Non limito l'accesso alle app sul mio dispositivo
Di solito concedo le autorizzazioni su richiesta e non ci penso pi¨
Concedo le autorizzazioni a seconda dell'applicazione e delle sue funzionalitÓ
Non posso modificare le autorizzazioni delle applicazioni

Mostra i risultati (998 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics