Sapere tutto sul Web 2.0

La seconda era del Web, fatto dal basso e da tutti noi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-05-2007]

Si sente sempre più spesso parlare di Web 2.0 e c'è più confusione che chiarezza su cosa sia, come dice giustamente Alberto D'Ottavi nel suo saggio, uscito presso Rgb, dal titolo Web 2.0, le meraviglie della nuova Internet. D'Ottavi ci spiega che il termine vuole segnare una demarcazione con l'Internet della New economy, finita a causa dei suoi eccessi speculativo-finanziari.

Eppure il Web 2.0 sembra davvero il motore della rinascenza di Internet anche come fatto economico-finanziario: da Microsoft che vuole comprare Yahoo per fermare Google che, intanto, si è comprato YouTube. Ecco YouTube, è il simbolo e ii modello del Web 2.0: il grande sito dove finisce tutto e di tutto, dal comizio di Grillo agli spettacoli Bbc finchè la Bbc non lo proibisce, dai video pornografici fatti in casa dalla casalinga del quarto piano insieme a suo marito, alla goliardata della gita della Quarta C che poi solleva un'interrogazione in parlamento che finisce sulla prima pagina del Corriere, fino a Blair, Segolene e Antonio Di Pietro che parlano alla Nazione su YouTube e da YouTube.

E' l'informazione fatta dal basso, il cosidetto "citizen journalism", ma soprattutto un'industria multimediale rivoluzionata: al centro ci sono le persone che decidono non solo cosa vedere e leggere ma anche producono cosa vedere e cosa leggere per sè e per gli altri, quando ne sono testimoni. Si va dai soci anonimi dell'assemblea Telecom che la raccontano sui loro blog al congressista che è solo un numero e che ci racconta un ultimo congresso dei Ds come l'Unità non ce lo racconterà mai.

Tutto questo non teoricamente ma, praticamente e semplicemente, cioè per imparare a farlo anche noi, se, quando e come ci va, con foto, video e parole. Questi sono i temi che D'Ottavi sviluppa nel suo libro, che è da leggere per forza perché non induce un atteggiamento passivo ma viceversa dà la voglia di partecipare in prima persona al Web 2.0.

In Italia c'è ancora troppo poco Web 2.0: per esempio Answer di Yahoo, Ok Notizie di Alice, o Segnalo.com. Ma per seguire in tempo reale l'evoluzione del Web 2.0 si potrà tornare su Infoservi, il blog di Alberto D'Ottavi, altrimenti conosciuto come Hexholden.

Scheda
Titolo: Web 2.0
Sottotitolo: Le meraviglie della nuova Internet
Autore: Alberto D'Ottavi
Editore: Rgb
Prezzo: 9,90 euro

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (2)

{alberto d'ottavi}
ciao grazie Leggi tutto
26-6-2007 15:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La rete ha reso famosi due personaggi per certi versi simili anche se molto diversi: secondo te chi Ŕ il pi¨ grande?
Julian Assange. Prende informazioni dalle grandi aziende e dai governi e le rende pubbliche gratuitamente. ╚ stato accusato - tra le altre cose - di terrorismo.
Mark Zuckerberg. Prende informazioni e dati personali e li vende alle grandi aziende e ai governi. ╚ diventato l'uomo dell'anno.

Mostra i risultati (1981 voti)
Febbraio 2021
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Tutti gli Arretrati


web metrics