I virus della settimana

Il virus con mire elettorali, il virus che spamma il messenger, il virus che ti cambia la pagina principale di Windows.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-09-2007]

videogruppo

Panda Security segnala i virus più recenti dai comportamenti a volte bizzarri. Voter.A è un codice con mire elettorali, poiché è progettato per esporre la foto di un candidato alla presidenza del Kenya tutte le volte che viene messo in funzione (ogni 9 secondi).

Il virus modifica il registro in modo da agire ogni volta che il sistema viene riavviato. Per diffondersi, crea delle copie sui drive removibili (chiavette Usb, dischi estraibili e via dicendo) chiamate smss.exe, Raila Odinga.exe o autorun.exe. Crea anche il file autorun.inf in modo da funzionare tutte le volte che il computer rileva un drive removibile.

MSNSend.A si diffonde attraverso i messaggi istantanei inviando un messaggio ai contatti dell'utente infetto connesso. I titoli possono essere, per esempio: "Here are my private pictures for you" oppure "hey i'm going to add this picture of us to my weblog". Il messaggio ha in allegato un file zippato contenente una copia del virus e infetta gli utenti che lo aprono.

Questo codice maligno cerca di connettersi a una pagina web specifica per inviare al suo creatore informazioni private sui computer infettati: indirizzi MAC (Media Access Control), network card o interfacce identificatrici. Crea anche una chiave nel registro Windows per assicurarsi il funzionamento tutte le volte che il sistema viene avviato.

Sohanat.DB è progettato per modificare i file host degli utenti in modo che non possano accedere a pagine specifiche, solitamente browser. Inoltre, si connette a un indirizzo web per scaricare una variante di se stesso nel sistema.

Sohanat.DB genera diverse modifiche sul registro, ad esempio cambia la pagina iniziale di Windows, disabilita l'editor del registro e il task manager e impedisce agli utenti di accedere alle opzioni del menu iniziale. Crea anche una chiave nel registro Windows per entrare in funzione ogni volta che il sistema viene riavviato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (1)

mi era successo un mesetto fa di acchiapparmi un virus su msn. mentre ero connesso su messenger mi arriva un file compresso da un amico esattamente di nome "My foto of last night". Siccome questo mio amico è un puerco(ora che sono fidanzato li sto alla larga altrimenti perdo l'ennesima ragazza per colpa sua :twisted: ) mi sono... Leggi tutto
24-9-2007 16:18

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilità di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttività e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1222 voti)
Ottobre 2019
MacOS Catalina, controllate le applicazioni prima di migrare
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Tutti gli Arretrati


web metrics