Il Puma di Amd farà a pezzi il Centrino di Intel

Amd lancia l'attesa piattaforma per portatili attenta ai consumi e con due schede grafiche.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-06-2008]

Il Puma di Amd farà a pezzi il Centrino di Intel

Amd ha registrato perdite nei bilanci per il sesto trimestre di fila; Amd ha perso significative quote di mercato a favore di Intel; nonostante tutto questo, Amd non si arrende.

Il ritardo con cui la piattaforma Centrino 2 di Intel arriverà sui mercato è l'occasione per il riscatto, e il mezzo per ottenerlo è rappresentato dai processori Griffin (ossia i Turion X2 Ultra) e dalla piattaforma Puma, presentati al Computex 2008.

Questi Turion sono i primi processori che Amd ha specificamente progettato per l'uso nei notebook e non un semplice adattamento degli Opteron, com'era per le versioni precedenti.

Tutta la piattaforma Puma è dunque progettata per ottimizzare l'esperienza mobile, con una particolare attenzione alla durata della batteria: l'integrazione tra i vari componenti è state ideata tenendo presente questa esigenza degli utenti, che in numero sempre maggiore scelgono di dotarsi di un laptop anziché di un desktop.

Inoltre, una novità interessante sta nella grafica ibrida, cioè nella contemporanea presenza di una scheda grafica integrata a di una scheda grafica separata, idea realizzabile grazie all'esperienza acquisita nel campo dopo la fusione con Ati.

Quando non c'è necessità di pesanti elaborazioni grafiche (perché si deve soltanto navigare in Internet, controllare la posta, elaborare testi o fogli di calcolo) e si vuole che la batteria duri il più possibile, allora si userà la scheda integrata.

Quando invece si avrà bisogno di maggiore potenza nel reparto grafico, anche a costo di sacrificare un po' dell'autonomia lontano dalla presa di corrente, allora si attiverà la scheda indipendente.

I dirigenti di Amd sono convinti che sia finalmente arrivato il momento di rialzare la testa: Intel - dicono -è in ritardo e Puma è superiore a Santa Rosa, la piattaforma analoga realizzata a Santa Clara.

Santa Rosa, fanno sapere ancora da Amd, non supporta le DirectX 10, offre un'accelerazione Hd limitata, è dotata di wireless dalla portata ridotta e, infine, richiede un riavvio quando si vuole cambiare la scheda grafica attiva.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

{ice}
mi spiace per AMD Leggi tutto
5-6-2008 02:45

Quindi per cambiare scheda grafica non ci sarà bisogno di riavvio? :shock: Se dovesse raggiungere prestazioni elevate sarebbe sicuramente un gran colpo per AMD
4-6-2008 19:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1808 voti)
Settembre 2021
Monopattini elettrici e assicurazione obbligatoria
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 21 settembre


web metrics