Hacker europei arrestati per DDoS negli Usa

Nel 2003 un attacco di tipo distributed denial of service negli Stati Uniti ha causato danni per almeno 200.000 dollari. I responsabili sono stati trovati (e ingabbiati), anche se sono passati ben cinque anni: non si sfugge all'aquila americana.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-10-2008]

DDoS Alex Gembe Agobot Lee Walker Fbi Usa 2003

Nel 2003 diversi uffici governativi americani, insieme ad attività private e a un "grosso rivenditore di registratori digitali" (come l'ha definito l'Fbi) della zona di Los Angeles sono stati tagliati fuori da Internet a causa di un attacco DDoS (distributed denial of service, ossia negazione distribuita di servizio).

Le indagini dell'Fbi (che stima i danni tra i 200.000 e il milione di dollari) hanno portato all'arresto di due cittadini europei: si tratta dell'inglese Lee Graham Walker, ventiquattrenne di Bley Bolton, e di Alex Gembe, venticinquenne tedesco. Sono accusati di cospirazione e danneggiamento volontario di sistemi informatici.

Gembe, poi, sarebbe l'autore di Agobot, un worm usato per creare botnet al fine di portare attacchi DDoS o diffondere spam.

La mente dell'operazione, invece, sarebbe Saad Echouafni, un nativo del Marocco che risiede negli Stati Uniti ed è al momento latitante, "armato e pericoloso".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te in quale settore si faranno sentire maggiormente gli effetti positivi dell'Agenda Digitale?
La comunicazione
La scuola
L'accesso alle informazioni e ai contenuti culturali
La modalitÓ di interazione con la Pubblica Amministrazione
Il Servizio Sanitario
La qualitÓ dell'ambiente e dell'aria
La qualitÓ della vita
Il costo della vita
La vivibilitÓ delle grandi metropoli con la creazione di Smart City
La trasparenza
Risparmi per lo Stato e per il cittadino
Riduzione del digital divide
L'Agenda... de che?

Mostra i risultati (1052 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics