Avg sbaglia ancora: crede che Flash sia un virus

Per la terza volta in poco tempo l'antivirus gratuito scambia erroneamente un programma legittimo per un malware.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-11-2008]

L'antivirus gratuito Avg ha una schiera di fedeli utenti che ne sono entusiasti, non senza motivo. Eppure per la terza volta in poco tempo ha preso un abbaglio, scambiando un software legittimo per un malware.

Stavolta la vittima, stando alle lamentele degli utenti nei forum di Avg, è Adobe Flash, preso per un software malevolo. Pochi giorni fa era stata la volta di un componente chiave di Windows, e prima ancora di Zone Alarm.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Kaspersky sotto accusa: avrebbe ingannato i concorrenti con falsi positivi

Commenti all'articolo (2)

Ma guarda, a dirti la verità anche il mio antivirus ( Kaspersky ) rileva una vulnerabilità in Adobe. Ho sostituito il programma con una versione più recente, ma mi segna sempre che è vulnerabile. Dopo aver aggiornato Adobe, sono sicuro che è un falso allarme, visto che compare sempre ed io più volte ho sostituito Adobe e Flash parecchie... Leggi tutto
20-12-2008 22:05

In effetti AVG ha una folta schiera di appassionati che oggi potrebbero restare delusi ma non credo che si possa dire che esista, in effetti, un antivirus perfetto. L'affidabilità di questi software dipende molto anche dalla fragilità dei sistemi operativi che dovrebbero proteggere. Il problema è che la maggior parte degli utenti non... Leggi tutto
17-11-2008 11:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te, come nascono la maggior parte delle bufale che girano su Internet?
Come scherzi rivolti esclusivamente ad amici e conoscenti (che poi involontariamente li propagano in giro)
Dalla "buona volontà" di persone che credono di fare un favore al mondo diffondendo dicerie e stranezze dandole automaticamente per buone
Dalla curiosità di vedere se una propria invenzione possa diventare "famosa" sulla rete, ma anche quanta gente ci arriverà a credere e con che velocità si propagherà
Dalla volontà di creare disinformazione su determinati argomenti
Altro (specificare)

Mostra i risultati (2045 voti)
Gennaio 2020
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Tutti gli Arretrati


web metrics