Lasciata per colpa di Facebook, fa causa al sito

Un amico pubblica senza autorizzazione le sue foto "compromettenti" e il fidanzato la lascia. Ora la donna fa causa al social network.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-05-2009]

Lasciata fidanzato causa a Facebook Carlo Caps

Quando la donna napoletana protagonista di questa vicenda frequentava il liceo, Facebook ancora non esisteva; quando si faceva fotografare abbracciata a un amico - in maniera innocente per quanto affettuosa - non aveva alcun modo di prevedere la pericolosità che le fotografie avrebbero assunto entro qualche anno.

Oggi, invece, la pubblicazione incauta di immagini espone a seri rischi come dimostra la storia delle fotografie dei pazienti intubati di Udine e ora, quest'altra.

Un conoscente della donna, iscritto a Facebook, ha pubblicato nel proprio profilo alcune foto, tra cui proprio quelle scattate ai tempi del liceo e che la ritraevano abbracciata a una terza persona.

Quando gli amici comuni le hanno viste, subito sono nati i pettegolezzi, i quali rapidamente sono arrivati all'orecchio del fidanzato di lei. Questi ha visto le foto, ha sospettato un tradimento e l'ha lasciata.

La storia non è finita qui: la donna, che non è mai stata iscritta al social network, si è rivolta all'Aidacon (Associazione Italiana per la Difesa dell'Ambiente e del Consumatore) accusando Facebook - e il conoscente che ha pubblicato le foto - di violazione della privacy.

Carlo Caps, avvocato dell'Aidacon ha spiegato che ci sono gli estremi per poter "procedere contro i gravi danni che la donna ha subito a causa della violazione della privacy messa in atto dalla pubblicazione delle foto da parte di un semplice conoscente e, quindi, senza alcuna sua autorizzazione".

Le foto incriminate sono già state eliminate ma ormai il caso è di competenza dell'autorità giudiziaria.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Ma in tutto questo che colpa ne ha Facebook? Se io vado in giro per le vie e le piazze della mia città a distribuire foto che mi vedono abbracciato a una ragazza e il fidanzato attuale di questa la pianta (poveretto...) allora la ragazza farà causa alla città o a me ? Siamo al grottesco....non vorrei che ora i colpi di tutti i mali della... Leggi tutto
20-12-2009 12:55

Al di là del caso specifico che dimostra inequivocabilmente la grettezza dell'ex fidanzato, si pone comunque un serio problema di gestione delle immagini. Qui viene comunque toccata la sfera privata di una persona che con i Social Network non ha mai avuto a che fare direttamente, ed è grave.
15-12-2009 16:06

Qui non c'entrano uomini del sud, del centro e del nord. Qui abbiamo un idiota patentato ( nel caso sia vero che per le foto di lei al liceo l'abbia lasciata) ed una che dovrebbe ringraziare tutte le divinità in cui crede per avere avuto fortuna di non essere più con quel genio. Inoltre abbiamo un avvocato che finalmente a l'onore di... Leggi tutto
20-5-2009 23:43

da buon campano posso risponderti: un pò tutte e due! e qui la chiudo, altrimenti nace una diatriba sugli usi e costumi degli uomini del sud ;) Leggi tutto
20-5-2009 11:01

Secondo me, aveva giusto bisogno di una scusa. Quanto al resto, sarebbe proprio stata una scamorza, a stare ancora insieme ad uno così, che si deve inventare queste scuse per darci un taglio. Anzi, lei avrebbe dovuto mettersi su FB già il giorno dopo, con un par di sostituti avvinti in modo inequivocabile ;-) Leggi tutto
19-5-2009 12:40

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale di queste affermazioni concordi maggiormente?
Il Governo sta facendo troppo poco per portare la banda larga anche nelle zone più remote.
Il Governo riuscirà a migliorare la diffusione della banda larga.
Il Governo vorrebbe fare di più per la diffusione della banda larga, ma mancano le risorse.
Il Governo non sta facendo abbastanza per reperire risorse per la banda larga.
Al Governo non frega nulla della banda larga a meno che qualche lobby o qualche gruppo finanziario o industriale gliela chieda; a quel punto troverà il modo di mettere una nuova tassa ai pensionati o ai lavoratori dipendenti per reperire i fondi.

Mostra i risultati (3420 voti)
Gennaio 2022
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 gennaio


web metrics