Snow Leopard debutta sui Mac il 28 agosto

Apple ha annunciato la data di rilascio di Mac Os X 10.6, che occupa la metà dello spazio usato dal predecessore e segna il passaggio ai 64 bit.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-08-2009]

Apple Mac OS X 10.6 Snow Leopard 28 agosto

Apple ha annunciato la data che segnerà il debutto di Mac Os X 10.6: Snow Leopard sarà in vendita da venerdì 28 agosto, ma è già possibile preordinarlo tramite il negozio online di Apple.

Gli utenti di Leopard (Mac Os X 10.5) potranno acquistare l'aggiornamento per un singolo computer a 29 euro, mentre il Family Pack (valido per cinque computer) costa 49 euro.

Le novità di Snow Leopard comprendono il passaggio delle applicazioni di sistema - Finder, Mail, iCal, iChat e Safari - ai 64 bit, anche se la compatibilità del sistema con le applicazioni a 32 bit è garantita.

Le migliorie apportate al sistema si noteranno anche per quanto riguarda le prestazioni: secondo quanto dichiarato da Apple la nuova versione di Finder è più reattiva di quella che l'ha preceduta mentre Mail ora è in grado di caricare i messaggi in metà del tempo, mentre il back up iniziale eseguito con Time Machine ora è più veloce addirittura dell'80%.

Inoltre, contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, Snow Leopard occupa meno spazio rispetto al predecessore: esattamente la metà, sostiene Apple, secondo la quale si possono liberare fino a 7 Gbyte sul disco una volta effettuato l'aggiornamento.

Gli utenti di Mac Os X 10.4 Tiger che vogliono passare alla versione 10.6 possono acquistare il Mac Box Set (che, oltre a Leopard, include iLife 09 e iWork 09) a 169 euro per una licenza singola o a 229 euro per il Family Pack. Condizione indispensabile è possedere un Mac con processore Intel.

Chi ha acquistato un Mac con Leopard dopo l'8 giugno 2009 (ed entro il 26 dicembre) può richiedere l'aggiornamento a Snow Leopard a 9,95 euro, a patto di completare la richiesta entro 90 giorni dall'acquisto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

{Donalduck}
Ma è proprio una nuova versione? Leggi tutto
25-8-2009 09:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilità di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttività e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1133 voti)
Gennaio 2019
Un futuro senza chiavette USB
Facebook sotto accusa: giochini per ''spennare'' gli utenti più giovani
Pubblicata la ''master list'' degli hacker
Un intero computer (completo di schermo e tastiera) all'interno di un mouse
Non è reato filmare una donna nuda in casa sua se non usa le tende
Sei consigli per difendersi dal ransomware
Windows 7 riconosciuto come contraffatto dopo le ultime patch
IoT sotto attacco: ora tocca alle vasche idromassaggio
Apple taglia la produzione di iPhone: l'obsolescenza programmata non funziona più
Il primo computer quantistico progettato per applicazioni commerciali
Il bat-sonar Microsoft usa gli altoparlanti intelligenti per mappare intere stanze
Otter Browser, il vero successore di Opera Classic
Mozilla sperimenta gli spot in Firefox. Gli utenti insorgono
Richard Stallman fa i complimenti a Microsoft
Dicembre 2018
Microsoft cambia Pulizia Disco per salvare gli utenti sbadati da sé stessi
Tutti gli Arretrati


web metrics