Una batteria nucleare grande come una monetina

Un team americano ha realizzato una batteria che sfrutta il decadimento di isotopi radioattivi ed è spessa quanto un penny. È perfettamente sicura e può funzionare per centinaia di anni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-10-2009]

Batteria nucleare Jae Kwon Università Missouri

"Quando le persone sentono la parola 'nucleare' pensano a qualcosa di molto pericoloso" spiega Jae Kwon, assistente dell'Università del Missouri. "Invece le fonti di energia nucleare sono già usate per alimentare in sicurezza una gran varietà di dispositivi, come i pacemaker, i satelliti e i sistemi sottomarini".

Se il professor Kwon si sta impegnando per eliminare le paure della gente circa l'uso delle batterie nucleari è perché la sua Università è riuscita a ridurne drasticamente le dimensioni, tanto da farle diventare un'alternativa pratica alle batterie chimiche; se non nell'immediato, almeno per il prossimo futuro.

Le batterie che sfruttano il decadimento di isotopi radioattivi per generare elettricità (raccogliendo le particelle cariche tramite un semiconduttore) sono in grado di fornire una quantità di corrente utile per centinaia di anni: molto più a lungo di qualsiasi batteria tradizionale.

Il problema è che, finora, le dimensioni rappresentavano un grosso ostacolo: il semiconduttore solido usato per raccogliere le particelle deve essere molto grande per compensare i danni che le particelle stesse causano per via delle grandi quantità di energia in gioco.

Il team di Kwon è riuscito invece a realizzare batterie di dimensioni ridotte (fino allo spessore di un penny) usando un semiconduttore liquido, e contano di procedere ancora sulla strada della miniaturizzazione, fino a raggiungere lo spessore di un capello umano.

In normali condizioni di funzionamento - sostiene Kwon - le batterie nucleari sono perfettamente sicure: una volta che saranno pronte per gli apparecchi di uso comune potranno alimentarli per più di una vita umana.

Alla Missouri University sono convinti che a quel punto sarà necessario soltanto vincere le resistenze psicologiche degli utenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 53)

Spero che poi dal cellulare :shock: non siano scesi i poliziotti :bllbllbll: :malol: Ciao Leggi tutto
15-10-2009 19:57

Mettevo proprio l'accento sul tuo pensiero. Lo confermavo! Certo, l'energia è DENARO e POTERE, negarlo è da pazzi. Per questo hanno fatto TUTTE le guerre mascherandole di volta in volta con religioni, etnie, principi morali, giustizia, ecc. ... Ma sono maschere! Sfido chiunque ad NON trovare un appiglio al vil denaro (o meglio... Leggi tutto
15-10-2009 19:42

Si, il cellulare con le orecchie.. ma non hai capito che con l'esplosione è diventato sordo? :incupito: Leggi tutto
15-10-2009 10:29

Ma questo significa pur sempre, che se disperso in natura in modo spregiudicato ha a disposizione almeno 12 anni di tempo per avvelenarci. :? Leggi tutto
15-10-2009 00:08

.....e quindi?Non ti sembra di darmi ragione sul fatto che prima cosa devono avere i rubinetti dell'energia in mano, e poi semai decidono di vendercela al posto del petrolio. I sostenitori delle centrali atomiche come l'amico Stx, che sono così pieni di certezze, hanno visto ultimamente il report sulle scorie nucleari nelle... Leggi tutto
14-10-2009 22:09

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hanno suscitato polemiche in Abruzzo alcuni manifesti pubblicitari con una ragazza in bikini e la scritta: "La diamo a tutti... l'Adsl dove non c'è". Alcuni hanno proposto di farli rimuovere perché lesivi della dignità della donna. Cosa ne pensi?
Sono contrario al ritiro dei manifesti perché sono incisivi e divertenti.
Li trovo volgari ma non credo che si possano proibire.
Bisogna farli rimuovere perché sono vergognosi.
Non penso che aumenteranno gli abbonamenti Adsl, anzi...
Altri gestori hanno fatto di peggio.

Mostra i risultati (4290 voti)
Gennaio 2023
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Windows 7 e Windows 8: Microsoft annuncia la fine del supporto
Telefonia, inizia l'era degli aumenti infiniti
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 gennaio


web metrics