Arrestato per pedopornografia, era colpa di un virus

Il materiale pedopornografico sul suo Pc era stato scaricato da un malware.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-11-2009]

Arrestato pedopornografia virus Michael Fiola

Nel 2007 Michael Fiola era un dipendente statale del Massachusetts e, come molti suoi colleghi, disponeva di un portatile fornito dal suo datore di lavoro.

Durante un controllo dei costi di connessione, il capo di Fiola si accorse che l'uso di Internet dal laptop era ben superiore rispetto a quello dei colleghi: circa quattro volte e mezzo; per questo, chiese a un tecnico di investigare.

Il tecnico scoprì sul portatile la presenza di materiale pedopornografico; iniziò così per Fiola un lungo iter giudiziario - che gli costò 250.000 dollari in spese legali, un secondo mutuo sulla casa e la vendita dell'auto - durante il quale si professò sempre innocente dando la colpa a un virus.

Il problema è che la tattica di dare la colpa a un agente esterno è vecchia e abusata, anche dai pedofili: "È un esempio del vecchio detto "Il cane mi ha mangiato i compiti" - spiega Phil Malone, direttore della Cyberlaw Clinic di Harvard - "solo che qualche volta succede davvero che il cane si mangi i compiti".

Infatti, dopo 11 mesi di processo una nuova perizia - eseguita dall'accusa sul portatile di Fiola - ha permesse di scovare la presenza di un virus il cui scopo è connettersi a siti pedofili (al ritmo di 40 al minuto) e scaricare immagini sul disco fisso.

Tutte le accuse sono state cancellate ma intanto Michael Fiola e la moglie, oltre ai problemi economici, hanno sviluppato disturbi di salute causati dallo stress per essere stati accusati ingiustamente e aver dovuto affrontare quasi un anno di vicende giudiziarie e pregiudizi.

Il procuratore generale dello Stato del Massachusetts non ha rilasciato alcuna dichiarazione in merito a questa storia, resa ancora più complicata proprio perché attribuire la colpa a un virus o a una terza persona è pratica comune, che rende scettici gli inquirenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google fa arrestare il pedofilo che usava Gmail

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 30)

Non ci sono problemi, mi trovi dappertutto nei forum di mia competenza. Io credo che un confronto possa essere utile se c'è uno scambio di informazioni e la loro accettazione, valutazione o confutazione sulla base di una severa riflessione. Purtroppo, nei forum come altrove nella realtà, il più delle volte ci si limita a difendere la... Leggi tutto
13-11-2009 14:42

Questa è la seconda volta che mi sfuggi, ma non potrai farlo in eterno :twisted: Sto scherzando, comunque ho capito cosa intendi dire, solo che è talmente raro poter parlare di certe cose in maniera civile e con gente aperta di mente che io provo sempre a fare questo tipo di discorsi dove vedo persone che forse hanno voglia e tempo di... Leggi tutto
13-11-2009 13:16

Figurati se non trovo interessante discutere di argomenti così complessi ma per onestà intellettuale (quella che mi è rimasta) devo ricorrere al diritto-dovere di pormi dei limiti. Mi dispiace interrompere spontaneamente questa bella discussione ma come ho detto il rischio di flame involontario e in perfetta buonafede c'è sempre e non... Leggi tutto
13-11-2009 12:48

No flame 8) Solo una cosa tanto per chiarire in cui mi rendo conto probabilmente non son stato chiaro Non ho detto quali sono le cose che ritengo peggiori e perchè Guerra, civile e non. Gente che muore di fame, di sete, di parto, in ogni caso gente che muore per cose che ha noi costano praticamente niente. Meglio abusato e vivo... Leggi tutto
13-11-2009 09:15

Sono di fretta e rispondo solo ad una cosa, estrapolando dal contesto: Vallo a dire alle vittime. :incupito: P.s. Nessun OT, semmai si è trattata di discussione autoreferenziale all'interno del tema, dove a venire discusso era il metodo e il merito. Mica possiamo aprire un 3D a parte quando contestiamo al nostro interlocutore il... Leggi tutto
12-11-2009 18:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è lo strumento di informazione di cui ti avvali di più?
I media tradizioniali (Tv, radio, stampa, ecc.)
Internet, soprattutto i siti autorevoli (Repubblica, Corriere, ecc.)
Internet, soprattutto i siti indipendenti o di controinformazione
Internet, soprattutto i social network (Twitter, Facebook, ecc.)
Non mi fido di nessun media e credo solo a quello che vedo

Mostra i risultati (3117 voti)
Giugno 2021
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli indizi che puntano a Windows 11
Gli hard disk al grafene sono 10 volte più capienti
Microsoft nasconde la fotocamera sotto lo schermo che forma il logo di Windows
Il nuovo Windows 10 si svela a fine mese
Nuova tecnica contro il ransomware: ingannare il sistema di pagamento
Maggio 2021
Malvivente condannato grazie a una foto delle dita pubblicata online
Annunciata la prossima generazione di Windows
Guidi male? Forse è un primo segno di demenza
Scarsità di chip, televisori più cari del 30%
Android 12: veloce, attento alla privacy e personalizzabile
Nella Tesla schiantatasi con “nessuno” al volante c’era qualcuno al volante
WhatsApp, funzionalità ridotte se non si vogliono regalare i dati a Facebook
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 20 giugno


web metrics