Quindicenni, l'8% mette foto nude in rete

Diffondere in rete proprie immagini di nudo è "accettabile" almeno secondo una parte dei teenager, che ammettono di farlo per ricevere soldi o regali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-02-2010]

15enni foto nude Safer Internet Day

Le ricerche pubblicate in occasione del Safer Internet Day stanno svelando un quadro che, se forse non è sorprendente, è comunque quantomeno preoccupante.

Secondo i dati raccolti da Save The Children e Adiconsum l'8% dei teenager tra i 15 e i 17 anni posta in Rete foto che lo ritraggono nudo o in pose sexy, pratica seguita anche dal 4% dei minori tra i 12 e i 14 anni.

Le due associazioni ritengono tuttavia che questi valori sottostimino il fenomeno reale: quando agli stessi ragazzi viene chiesto se gli amici si comportino in quel modo, risponde affermativamente il 22%.

Dopotutto, il 47% dei minori avrebbe iniziato a diffondere in Rete immagini con riferimenti sessuali già tra i 10 e i 14 anni, mentre il 14% ammette di comportarsi così perché in cambio sa di ottenere denaro o regali.

Lo scambio di foto e video personali a contenuto sessuale tra amici coinvolge un numero di persone ancora maggiore: lo fa il 17% dei 12-14enni, il 25% dei 15-17enni e il 26% di quelli che hanno più di 17 anni.

Né, in realtà, è il caso di demonizzare la Rete: quanto si trova in Internet, dicono i rapporti, non è altro che il riflesso della vita reale, dove il 15% dei ragazzi tra i 12 e i 14 anni ha rapporti sessuali completi, il 13% nella stessa fascia fa uso di droghe leggere (il 40% dei ragazzi tra i 15 e i 17 anni), il 7% dei 12-14enni fa uso di droghe pesanti (12% tra i 15-17enni) e il 19% dei 12-17enni partecipa attivamente a episodi di bullismo (e il 15% confessa di non trovare sconveniente il furto nei negozi, e di praticarlo).

"In questo contesto" - commenta Valerio Neri, direttore generale di Save the Children Italia - "lo scambio di fotografie proprie e altrui nude in internet probabilmente non appare agli occhi dei ragazzi più di tanto preoccupante".

Non sono pochi, poi, quelli che si pentono dopo aver condiviso immagini che sarebbe stato meglio tenere private; a quel punto, però, è troppo tardi: "È molto importante essere consapevoli che qualsiasi cosa noi postiamo, rendendola accessibile a tutti, esce dal nostro controllo e si propagherà in rete senza che sia possibile fermarla o cancellarla" spiega Paolo Landi, segretario generale di Adiconsum.

Video pubblicato sul sito Save the Children Italia e condiviso su YouTube

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google regala 2 Gbyte di spazio
Falla in iCloud, pubbliche le foto osé delle star
Germania: le foto delle ex nude vanno cancellate

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)

Non mi sorprende per nulla. Ma avete idea di quello che si scrivono i ragazzini di tredici anni su Yahoo Answers? Le ragazzine che chiedono se sia il caso di darla via o meno, i ragazzini che chiedono consigli su come farsela dare. Pensate che mostrarsi nudi in rete costituisca un tale problema?
8-3-2010 14:40

Leggi tutto
3-3-2010 14:19

Ah, beato ottimismo... Sei fortunato a vederla così positivamente errata: ne guadagni in salute, anche se ne perdi in aderenza alla realtà. Ma ti invidio... Li frequento in massa, parlo a ragion veduta: quella statistica è disgraziatamente ottimista: per quanto riguarda il fumo (le "droghe" leggere), le mie statistiche -... Leggi tutto
15-2-2010 21:31

Perchè meravigliarsi? Leggi tutto
13-2-2010 21:03

Be nemmeno tu hai tutti i torti, le statistiche serie andrebbero gestite meglio che lasciare i questionari con le crocette li :D Leggi tutto
10-2-2010 21:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A inizio millennio per lavorare nella new economy bisognava trasferirsi nelle grandi città, soprattutto Milano. Oggi la banda larga si è diffusa, ci sono nuove piattaforme di collaborazione ed è cambiato l'approccio al lavoro. Alla luce di questo...
Abito in una grande città e qui rimarrò.
Abito in una grande città ma sto valutando di trasferirmi in provincia.
Abito in provincia e non mi sposterò di certo.
Abito in provincia ma sto valutando di trasferirmi in una grande città.
Abitavo in una grande città ma mi sono trasferito in provincia.
Abitavo in provincia ma mi sono trasferito in una grande città.
Città o provincia non fa grande differenza, ma mi sono trasferito (o sto valutando di trasferirmi) all'estero.

Mostra i risultati (1489 voti)
Gennaio 2020
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Tutti gli Arretrati


web metrics