Google lascia la Cina, gli utenti dirottati a Hong Kong

Il motore di ricerca chiude gli uffici e reindirizza gli utenti cinesi sul proprio portale della vicina Hong Kong.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-03-2010]

Google lascia Cina dirotta utenti Hong Kong

Google se ne va dalla Cina: come aveva minacciato, entro il 10 aprile avrà lasciato il Paese, dove resterà soltanto un piccolo drappello di dipendenti a occuparsi di ricerca e sviluppo, mentre la chiusura di tutti gli altri uffici è già iniziata.

Google.cn sta dunque scomparendo: tutti i visitatori già ora vengono reindirizzati verso il portale di Hong Kong, da dove in teoria è possibile accedere a tutti servizi senza incappare nelle maglie della censura.

In pratica, tuttavia, pare che il governo cinese - il quale ha definito "completamente sbagliata" la mossa di Google - si sia già mosso per filtrare anche quei risultati.

Lasciando la Cina, Google si prepara ad affrontare una perdita che gli analisti hanno quantificato in 600 milioni di dollari e pone una seria ipoteca sulla possibilità di entrare nel mercato cinese con altri prodotti, tra cui i telefonini con Android.

Oltre a ciò, dovrà probabilmente sostenere gli interventi del governo, secondo il quale Google "ha violato una promessa scritta" formulata al momento dell'ingresso in Cina: il ministero degli Esteri ha fatto sapere che il caso sarà gestito "secondo la legge".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

beh, il governo usa non vuole inimicarsi i cinesi... la cina è il più grande fornitore degli states in cambio delle forniture si accontentano di cartaccia verde di quella cartaccia verde i cinesi ne hanno ormai una montagna più alta dell'everest se chiedessero di far fronte all'impegno ( la carta moneta è a tutti gli effetti un... Leggi tutto
25-3-2010 10:57

Google sta dimostrando che con la censura non si può lavorare. E comunque la perdita per i Cinesi sarà molto più grave che per Google, e non credo che Baidu o qualsiasi altro surrogato di stato possa rimediare al danno. Purtroppo la Cina è un modello per molti politici occidentali, di destra come di sinistra, che vedono di buon occhio... Leggi tutto
25-3-2010 10:26

NON IMPORTA, se google perderà soldi e mercato, GOOGLE é una società occidentale e deve comportarsi come tale! I cinesi fosse per me si sarebbero già RIDIMENSIONATI un bel po'!!! :twisted: GENTE INCIVILE, si comportano come le locuste!
24-3-2010 20:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale diventerà realtà per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietà degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirà le password: conoscerà le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identità.
Smart City: le città faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1070 voti)
Aprile 2018
Assemblea Tim, tutti d'accordo su scorporo rete e riduzione personale
La versione snella di Windows 10, senza sfondi né app superflue
Giornalista accusa: lavorare da Amazon è come essere in prigione
Scoperto per caso l'enzima che divora la plastica in un lampo
Gmail, arrivano le email che si autodistruggono
Windows 10, un bug blocca il rilascio dello Spring Creators Update
Zuckerberg al Congresso: sì, raccogliamo dati anche su chi non è iscritto a Facebook
Zuckerberg ammette: ''Leggiamo tutti i messaggi privati postati su Facebook''
Cloudflare, il Dns è più veloce di quello di Google. E rispetta la privacy
Takeout: come scaricare una copia di quello che Google sa di noi
Marzo 2018
Falla Meltdown mina la sicurezza di Windows 7: il rimedio è peggiore del male
Windows Defender fa piazza pulita della concorrenza
Apple prepara l'iPhone pieghevole per il 2020
Windows 10, in arrivo lo Spring Creators Update
Dopo lo scandalo tutti vogliono cancellarsi da Facebook. Vi spieghiamo come si fa
Tutti gli Arretrati


web metrics