Il portolano del Web

Le più comuni risorse della grande rete. Indispensabile ai genitori che non vogliono sfigurare troppo agli occhi dei figli. Utile anche ai ragazzini per convincere i genitori a fargli usare il Pc di casa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-04-2010]

ipt

E' un manuale scritto a quattro mani da Fabio Brivio e Michele Marzulli, due autori che non sono nuovi alle imprese del genere: di Marzulli ricordiamo OpenOffice 3 e di Brivio Trovare su Internet, l'Umanista informatico e Questo computer è un casino!". E' un'opera di circa 220 pagine che non pretende di spiegare tutto sull'Internet ma, basandosi sui software più comunemente usati, vuole proporsi come una guida operativa alla portata di tutti.

In formato tascabile, la scelta editoriale appare vincente, cominciando ovviamente dai mezzi e dai sistemi di comunicazione, con un breve riassunto dell'hardware e dei problemi di connettività, per passare subito dopo all'architettura del web, ai rudimenti dell'accesso e navigazione ai siti, per passare poi alle nozioni sui forum, i newsgroup, l'instant messaging e le chat online.

Non viene trascurata anche qualche norma preliminare in materia di sicurezza, compreso un sano invito alla diffidenza nei confronti dei possibili truffatori, per passare subito alle caratteristiche e all'uso specifico dei browser.

Pregio (e forse anche un po' il limite) del volume, che per altro non si rivolge agli utenti evoluti, è il voler restringere analisi e suggerimenti ai software maggiormente usati e di uso gratuito. Ovviamente vengono nominati anche molti altri programmi, ma la scelta degli autori è precisa e condivisibile tenuto conto dei lettori cui è destinato il libro; forse un po' troppo riassuntiva la parte dedicata ai gruppi di discussione che non porta alcun riferimento a client dedicati.

Così vengono esaminati in modo sufficientemente approfondito i software che vanno per la maggiore, come Firefox, Thunderbird, Gmail e Google; una sezione è dedicata al file sharing, anche se la parte pratica fa esclusivo riferimento all'uso di LimeWire.

Argomenti di chiusura sono spiegazioni abbastanza esaustive su cos'è il Web 2.0 e le applicazioni che maggiormente si appoggiano alla nuova tecnologia come i social network e il loro impiego. In fondo al volume c'è un indice analitico e due utili appendici; la prima sulla basi del linguaggio Html e la seconda su come creare, utilizzare e gestire un blog.

Non avrebbe guastato un riferimento ai sistemi operativi liberi o magari al solo Linux; ma sempre in riferimento ai destinatari delle proprie fatiche, gli Autori avranno temuto di dire troppo o troppo poco; infatti si parla esclusivamente dei sistemi operativi targati Microsoft, e cioè di Windows XP e di Windows 7, e solo in relazione alla connettività e alla soluzione degli eventuali problemi.

In buona sostanza, è la dimostrazione che per connettersi e usare proficuamente la grande rete in quasi tutte le sue svariate forme non occorre altro che una guida chiara e, per un principiante, sufficientemente esaustiva; anche perché la gran parte degli utenti non richiederà mai, in prosieguo di tempo, più di quante proposte e spiegazioni "Internet per tutti" possa offrire.

Scheda:
Titolo: Internet per tutti
Autori: Fabio Brivio, Michele Marzulli
Editore:Apogeo
Pagine: 220
ISBN: 978-88-503-2916-8
Prezzo: 7,90 euro

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I telefonini diventano sempre più potenti e sono dotati di fotocamere sempre migliori: a quella sul retro spesso se ne aggiunge una frontale, per meglio scattare i selfie. Per quanto riguarda l'utilizzo che ne fai tu personalmente, lo smartphone ha sostituito la fotocamera compatta tradizionale?
Sì. Non ho praticamente più bisogno di portarmi dietro la fotocamera perché quella dello smartphone è più che sufficiente per le mie esigenze nella maggior parte delle occasioni.
In parte. Sebbene la fotocamera sullo smartphone sia indubbiamente comoda, spesso ho la necessità di scattare foto di qualità migliore e con un dispositivo dedicato, quindi utilizzo molto anche la fotocamera.
No. Non posso fare a meno di portarmi dietro la fotocamera compatta, che per le mie esigenze non può affatto essere sostituita da uno smartphone.

Mostra i risultati (1701 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics