Google premia i siti più veloci

La velocità diventa importante. I siti lenti non appariranno tra i primi risultati del motore di ricerca.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-04-2010]

Google velocitÓ siti motore ricerca

"Forse avete sentito dire che qui a Google siamo ossessionati con la velocità": comincia così il post sul Webmaster Central Blog che annuncia l'introduzione di un nuovo parametro nell'algoritmo deputato a creare l'ordine in cui sono mostrati i risultati delle ricerche effettuate con il motore di Mountain View.

La velocità è questo parametro: un sito veloce migliora l'esperienza utente (più un sito è lento - dicono le ricerche di Google - meno i visitatori sono invogliati a restarvi) e riduce i costi.

Per questi motivi Google ha deciso che anche la velocità con cui un sito risponde deve essere considerata, quando si tratta di disporre in ordine di rilevanza i risultati di una ricerca: gli utenti saranno più contenti nel trovare i siti più veloci ai primi posti.

Dopo alcune settimane di test, la novità è entrata ufficialmente a far parte del motore di ricerca di Google.

Non è il caso, tuttavia, di aspettarsi grandi rivoluzioni nei risultati mostrati: l'esperienza del nuovo algoritmo applicata alle ricerche in inglese su Google.com mostra come meno dell'1% delle query sia stato influenzato dalla modifica.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Panda 4.0: Google cambia ancora l'algoritmo della search
Google festeggia 15 anni con un algoritmo tutto nuovo

Commenti all'articolo (1)

{loredelborgallo}
Idea ottima - risultato scadente Leggi tutto
12-4-2010 19:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dove e come sei solito vedere i film?
Al cinema.
A casa, quelli trasmessi in Tv.
A casa, sul Pc.
A casa, con un lettore multimediale.
Ovunque, sul cellulare (oppure iPad / iPod / lettore Mp3)

Mostra i risultati (3367 voti)
Dicembre 2019
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Tutti gli Arretrati


web metrics