Porte aperte con gli smartphone

Gli alberghi dicono addio alle chiavi delle camere. I clienti apriranno le porte con il telefonino.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-05-2010]

Holiday Inn accesso Blackberry smartphone

Chiunque sa quanto sia scomodo portarsi appresso la chiave della camera d'albergo o le noie derivanti dallo smarrimento della tessera che serve per aprire la porta e attivare i servizi.

Dal mese prossimo i clienti di alcuni alberghi della nota catena Holiday Inn potranno dimenticare tutto ciò e usufruire di una ulteriore semplificazione per accedere alle loro stanza.

Un software - che dovrebbe funzionare su tutti i telefonini dotati di Android, Symbian, Java, Windows Mobile, Blackberry OS e iPhone OS - permetterà l'accesso semplicemente avvicinando il proprio telefonino a un apposito ricevitore posto all'ingresso della camera.

Ovviamente, l'identica procedura servirà per bloccare la serratura all'uscita.

La tecnologia impiegata - sviluppata dall'azienda francese OpenWays - si basa sull'uso di una "chiave acustica" inviata tramite email all'applicazione preposta a gestirla presente sullo smartphone, da questo emessa e captata da un ricevitore posto sulla porta; ogni chiave, assicura il produttore, è unica e crittografata, sfruttando una tecnologia brevettata che ne impedisce la registrazione e il riutilizzo.

Il test durerà un paio di mesi e sarà limitato a due hotel della catena, rispettivamente a Chicago e Houston; se avrà esito positivo, potrà essere allargato a tutti gli alberghi, anche all'estero.

Qualche interrogativo si pone in relazione alla sicurezza, poiché occorrerà un algoritmo particolarmente robusto per garantire che l'accesso resti limitato ai soli aventi diritto; in un'epoca in cui con un qualsiasi netbook si può fare (quasi) tutto, non sarà forse difficile fare anche "di più".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La serratura intelligente di Sony
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Il software per stampare in 3D le chiavi di sicurezza

Commenti all'articolo (4)

io sono un tecnostalgico e conosco il proverbiale: <maggiore è il numero di parti che costituiscono un sistema, e maggiore è la probabiltà che qualcosa si rompa...> perciò preferisco a mia volta la vecchia chiave, così come sono certo che i ladri preferiscano il vecchio caro piede di porco :wink: Leggi tutto
3-6-2010 11:50

sarà che sono un tecnologo... ma nelle porte mi piace infilare la cara e affidabile vecchia chiave! NON vedo proprio la necessità di complicarci la vita con cose sofisticate, complicate e facili a rompersi (fidatevi) a meno che non sia una cosa imposta dall' "alto" voglio dire, anche la poli deve impazzire per sbloccare una... Leggi tutto
3-6-2010 00:08

:D no sicuramente entrerà col tradizionale metodo delle porte :D Non è un idea scema cmq. Da una parte fa molto trendy e attira clienti tecnologici dall'altra è una volta ammortizzato il sistema un risparmio perché si eliminano o perlomeno si riducono visto che non tutti hanno uno smartphone o saranno disposti ad utilizzarlo come... Leggi tutto
2-6-2010 23:27

{HS}
E chi non ha uno smartphone ... Leggi tutto
2-6-2010 12:32

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'uomo presto ritornerà sulla Luna, ci si prepara all'esplorazione umana di Marte, la stazione spaziale internazionale sta per essere completata. Cosa pensi degli elevati costi che tale tipo di ricerca comporta?
La natura umana ci spinge a conoscere ed esplorare. Non ci sono costi troppo alti quando questi sono gli obiettivi.
L'esplorazione spaziale (come ogni altra forma di ricerca scientifica) ha i suoi costi, ma le ricadute tecnologiche e quindi i benefici di tali investimenti possono essere enormi.
Può certamente essere interessante sapere se qualche millennio fa c'erano forme di vita unicellulare su Marte, ma la Terra e i suoi abitanti hanno problemi ben più seri che necessitano di tutta l'attenzione e i fondi possibili.
Secondo me non siamo neanche stati sulla Luna, quindi...

Mostra i risultati (3991 voti)
Settembre 2021
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 settembre


web metrics