Youtube non rinuncia a Flash e spiega perché

Html 5 non è abbastanza flessibile per gli scopi di YouTube. Pesa la questione dei brevetti sui codec video.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-07-2010]

YouTube non rinuncia Adobe Flash Html 5 Video tag

Adobe Flash non diventerà tanto presto una reliquia del passato: dopo aver fatto tanto per sostenere Html 5 e averlo mostrato come alternativa credibile a Flash adottandolo in via sperimentale su YouTube, Google ha iniziato quella che pare una parziale marcia indietro.

La responsabilità di chiarire i termini della posizione di Google va a John Harding, autore di un post sul blog ufficiale per sviluppatori di YouTube: Harding afferma che, per quanto sia buono, Html 5 non offre quella flessibilità e alcune di quelle caratteristiche di cui YouTube ha bisogno per soddisfare i propri utenti.

Il tag Video va bene se tutto quello che si vuole fare è mostrare un filmato in un riquadro; ma quando si tratta di supportare il Drm, mostrare i video a schermo intero o accedere a webcam e microfono, allora emergono tutti i limiti di questa tecnologia, che non pare nemmeno adatta per fornire una soluzione robusta di streaming.

Proprio quest'ultima è invece la direzione in cui YouTube si sta muovendo, con l'intenzione di offrire interi film ed eventi in diretta. Per questo genere di cose, semplicemente Html 5 non sarebbe adatto.

C'è poi la questione dei codec. Da un lato Google, Opera e Mozilla supportano WebM, acquisito da Google stessa quando si chiamava VP8; dall'altro ci sono Apple, Microsoft e la Mpeg LA che sostengono H.264.

Il problema riguarda anche e soprattutto una questione di proprietà intellettuale. H.264 è coperto da brevetto, WebM no o, per lo meno, non ancora: la Mpeg LA sta facendo di tutto per ottenere i diritti anche su questo, vanificando così gli sforzi di Google nel cercare di renderlo royalty-free.

YouTube si scontra quindi con i limiti tecnici propri di Html 5 e con la necessità di essere compatibile con tutti i browser, indipendentemente dal codec: due caratteristiche che, al momento, solo Flash pare in grado di offrire.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Purtroppo era ovvio... Leggi tutto
3-7-2010 06:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertà d'opinione ma c'è un limite a tutto.

Mostra i risultati (1376 voti)
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics