Logitech Revue è la prima Google TV

Il primo set-top box con Android permette le videochiamate in HD.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-10-2010]

Logitech Revue Google TV 300 dollari Android Chrom

Alla fine la prima Google TV è arrivata, nell'incarnazione che Logitech ha battezzato Revue.

Il dispositivo è basato su Android e usa Chrome come browser: l'intero software della piattaforma diventerà open source entro l'estate dell'anno prossimo, quando sarà reso pubblicamente disponibile.

Oltre al set-top box in sé (il cui cuore è un processore Intel Atom CED 4100 che lavora a 1,2 GHz), venduto a 299,99 dollari completo di tastiera e collegabile non solo ai televisori ma anche ai PC e ai dispositivi mobili, Logitech ha presentato tutta una serie di accessori acquistabili a parte.

Si parte dal Mini Controller - che è poi una tastiera Qwerty con touchpad delle dimensioni di un palmare, venduta a 129,99 dollari - per arrivare al Keyboard Controller (tastiera, touchpad, pulsanti di navigazione - 99,99 dollari) passando attraverso alla TV Cam (149,99 dollari), che permette di effettuare videochiamate in alta definizione direttamente dal televisore.

Il Revue può essere controllato anche con i telecomandi universali della serie Harmony - sempre prodotti da Logitech - ma anche tramite il proprio smartphone (quelli basati su Android, ma anche l'iPhone), iPod o iPad grazie a un'applicazione gratuita.

Il set-top box, essendo basato su Android, permette l'accesso e l'utilizzo di pressoché tutte le applicazioni presenti nell'Android Market, fatta naturalmente eccezione per quelle dedicate alla telefonia o che fanno uso di hardware particolare, come l'accelerometro; altri software, scritti appositamente per la Google TV, arriveranno a breve all'interno della sezione denominata Google TV Market.

Preso da solo, il Revue offre accesso a tutti i contenuti disponibili in streaming via Internet (a partire dai video di YouTube) e dispone di applicazioni dedicate a servizi come Amazon, Twitter, Picasa, Twitter, Netflix e Napster.

È naturalmente presente il supporto ad Adobe Flash, così come a pressoché tutti i codec, che potranno ovviamente essere aggiornati anche in seguito.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Spero proprio di NO!!!! Leggi tutto
10-10-2010 03:00

Eppure, arriverà! Leggi tutto
8-10-2010 14:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1826 voti)
Gennaio 2022
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 gennaio


web metrics