Il cybercrimine colpisce 7 italiani su 10

Nei primi mesi dell'anno la Polizia Postale ha arrestato 2900 pirati informatici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-11-2010]

Cybercrimine 7 italiani su 10 polizia Symantec

Sono tutt'altro che rassicuranti i dati diffusi oggi dalla Polizia Postale e da Symantec, in occasione della firma di un protocollo d'intesa per la prevenzione dei crimini informatici.

Il Norton Cybercrime Human Impatc Report mostra infatti come il 69% degli italiani sia stato vittima almeno una volta di una qualche forma di cybercrimine: si tratta di numero di persone superiore alla media mondiale, ferma al 65%.

La metà degli intervistati (il 51%, per la precisione) ha scoperto malware nel proprio computer, il 10% ha subito una truffa online e il 4% un furto d'identità.

Di fronte a questo scenario è solo normale constatare come l'86% degli italiani si dica preoccupato dai criminali informatici, mentre solo il 3% si ritiene immune.

I dati più strani riguardano però il 28% degli intervistati, che si aspetta di finire vittima di un crimine online come se fosse inevitabile, e il 51%, che si rifiuta di cambiare il proprio comportamento in Rete anche qualora restasse vittima di un crimine.

È proprio per tenere al sicuro i cittadini italiani - ma anche le aziende, interessate anch'esse dalle scorrerie dei malviventi online - che Polizia e Symantec hanno firmato l'accordo odierno, che avrà una durata triennale.

In questo periodo avranno luogo "iniziative congiunte di approfondimento, formazione e interscambio di esperienze sulla sicurezza informatica e condividendo iniziative di sensibilizzazione all'utilizzo corretto delle risorse informatiche e alla sicurezza online".

La Polizia Postale ha anche reso noti i dati relativi alla propria attività nei primi mesi del 2010: 819 persone sono state denunciate per reati in materia di e-commerce e 37 sono state arrestate.

Ben 2.913 persone sono state invece denunciate per la violazione di sistemi infomratici e 76 sono state arrestate, mentre 475 e 51 sono rispettivamente i numeri che descrivono le denunce e gli arresti per pedopornografia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il Clusit lancia l'allarme cybercrime

Commenti all'articolo (2)

basta usare un po di cervello... ..e non usare windows :)
25-11-2010 00:18

{fripfrip}
La Symantec, guidata dal paranoico Peter Norton, porta ovviamente ("ovviamente" per questi tempi non etici) l'acqua al suo mulino, favorendo l'allarmismo e non l'informazione. Che il 51% degli intervistati abbia scoperto del malware nel computer significa solo che è necessaria un po' più di educazione sulla "ingegneria... Leggi tutto
24-11-2010 11:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa manca nel tuo notebook attuale e vorresti che fosse presente? Aggiungi eventualmente la risposta nei commenti.
Una maggiore risoluzione del display
L'uscita VGA
Un processore più veloce
Più memoria Flash
La possibilità di utilizzare una batteria più capace
La porta LAN
Almeno una porta USB supplementare o una USB 3.0
Più memoria RAM
Il touchscreen

Mostra i risultati (1681 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics