Uova contro le case cancellate da Street View

Alcuni vandali stanno imbrattando gli edifici che i proprietari non vogliono mostrare su Google Maps.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-11-2010]

Google Street View lancio uova Germania

Quei 240.000 tedeschi che hanno chiesto di far sparire da Street View la propria casa ancora prima che il servizio debuttasse in Germania nell'avanzare la loro richiesta non hanno tenuto conto dei fan di Google.

A Essen, nelle vicinanza di Duisburg, le case che su Street View appaiono sfuocate per espresso desiderio di loro proprietari sono state trasformate in bersagli per il lancio di uova.

Non si tratta di una mera coincidenza: un messaggio, lasciato nelle cassette della posta, spiega laconicamente le ragioni dei vandali sostenendo che "Google è fico".

I responsabili dei lanci non sono stati ancora individuati ma Google ha già fatto sapere di deplorare completamente il gesto.

Il lato divertente della questione è che, se la cosa dovesse prendere piede (e coinvolgere qualcosa come il 3% degli edifici tedeschi) tra le costruzioni imbrattate dai vandali presto potremo vedere anche la sede tedesca di Google.

A causa delle rimostranze di un altro inquilino dello stesso stabile, gli uffici di Monaco - al numero 12 della Dienerstrasse - appaiono infatti sfuocati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Perché nascondersi? i motivi possono essere i più disparati anche solo per principio.. hai ragione sul fatto che non sia niente di male ma ognuno deve poter decidere per se. Poche settimane fa ho visto una google car che mi ha ripreso, sono rimasto stupito che passasse in un paesino piccolo visto che in Italia la mappatura è solo di... Leggi tutto
27-11-2010 16:33

difficile dare un opinione... cioè se sei come quell uomo che è stato beccato nudo nella sua auto (vedi articolo sempre qui su zeus) allora capisco , ma se non hai nulla da nascondere... perchè nascondersi? deplorevole comunque il gesto, nessuno deve farsi paladino della libertà. capisco anche che l'argomento privacy è scottante, ma... Leggi tutto
26-11-2010 15:20

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (399 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics