Facebook, riconoscimento facciale e tag automatici

È sufficiente caricare le foto e il social network riconosce gli amici in automatico.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-12-2010]

Facebook riconoscimento facciale tag amici

Quando lanciò il sistema di tagging in massa, Facebook spiegò che non si trattava di un sistema di riconoscimento facciale, possibilità che sollevava anche parecchie perplessità sul fronte della privacy.

Ad appena due mesi di distanza, il riconoscimento facciale fa invece il proprio debutto ufficiale sul social network più usato.

Le preoccupazioni per la riservatezza degli utenti non sono scomparse di colpo ma, come spesso avviene, sono passate in secondo piano rispetto alla comodità di taggare in un attimo decine di fotografie.

Ogni giorno, secondo i dati rivelati da Facebook stesso, gli utenti aggiungono oltre 100 milioni di tag, tutti a mano.

Grazie al software di riconoscimento facciale che presto entrerà in funzione ("nelle prossime settimane" negli USA, dice Facebook) penserà il social network a fare tutto il lavoro sporco.

"Così, quando caricherete le foto del matrimonio di vostra cugina, raggrupperemo insieme tutte le foto della sposa e suggeriremo il suo nome. Invece di digitarlo 64 volte non dovrete fare altro che cliccare su 'Salva' per taggare tutte le immagini in una volta sola" scrive Justin Mitchell nel blog ufficiale. L'articolo continua sotto

Il rovescio della medaglia sta, naturalmente, nella possibilità di essere taggati a propria insaputa. Per questo tra le impostazioni della privacy ci sarà l'opzione che permetterà di impedire al sistema di offrire il proprio nome tra i tag suggeriti.

Inoltre gli utenti taggati riceveranno sempre le notifiche di quanto avvenuto e potranno rimuovere i tag indesiderati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Ma non esiste giÓ una funzionalitÓ identica in Picasa di Google? Inoltre la funzionalitÓ di FB ha l'impedimento ad essere taggato cosa che mi pare Picasa non abbia. Chiedo aiuto al supervisore internet-generale :old:
20-12-2010 16:07

GiÓ che ci siamo perchŔ non propongono ai loro utenti di farsi tatuare un codice a barre facebook sulla mano in uno dei loro "facebook party"? :roll:
18-12-2010 01:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa utilizzi per inviare messaggi privati?
Uso varie applicazioni su qualsiasi dispositivo disponibile
Uso varie applicazioni sui miei dispositivi
Uso solo applicazioni affidabili su dispositivi di fiducia
Non invio messaggi privati online

Mostra i risultati (905 voti)
Novembre 2020
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Tutti gli Arretrati


web metrics