MySpace licenzia e chiude gli uffici italiani

Perdono il lavoro 500 dipendenti. Il social network ormai in decadenza abbandona la sede nel nostro Paese.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-01-2011]

MySpace licenzia 500 persone chiude sede italiana

A quanto pare non sono serviti a nulla né il rinnovol'accordo con Facebook: MySpace sta rapidamente affondando.

Quello che era una volta il re dei social network sembra aver imboccato una discesa dalla quale non è in grado di riprendersi: l'ultimo atto è il licenziamento di 500 dipendenti, pari al 47% della forza lavoro totale.

Le conseguenze del taglio si ripercuotono anche sull'Italia, dove MySpace chiude completamente la propria sede a parte un piccolo ufficio commerciale, segno concreto del sorpasso operato in rete da Facebook e Twitter.

Volendo dare un'occhiata a quale possa essere il futuro di MySpace, le indiscrezioni affermano che Rupert Murdoch sia pronto a vendere il social network acquistato a suon di milioni nel 2006, ammesso che trovi un compratore: qualcuno ipotizza che Facebook sia interessato a fagocitare i resti del rivale decaduto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Infatti, riuscire ad ignorare le cazzate su facebook mi farebbe proprio felice. Leggi tutto
14-1-2011 15:09

L'ignoranza porta felicità. Leggi tutto
14-1-2011 09:23

E la cosa più incredibile è che non ne sentivamo il bisogno! Leggi tutto
14-1-2011 09:01

E' vero che la new ecomony ha un metabolismo velocissimo; il ciclo di vita delle aziende è rapido e per durare, come Google, Yahoo!, Amazon, Apple, Microsoft, bisogna continuare ad evolversi rapidamente; anticipare il mondo. E' anche vero che in 5 anni queste aziende cambiano il mondo, la vita di tutti i giorni, in modo irreversibile.... Leggi tutto
14-1-2011 08:39

Secondo me è l'incapacità di Rupert Murdoch di gestire queste realtà! Infatti ogni realtà new-economy in sua mano è fallita o soffre. :cry: Certo che chi è capace (vedi facebook) è bel bocconcino da mangiare o aspettare che chiuda per farne uno simile. :twisted: Ciao Leggi tutto
13-1-2011 19:58

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3461 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics