Microsoft, trimestre oltre le previsioni

L'azienda di Redmond incassa utili per più di 6 miliardi di dollari. Tutto merito di Windows 7, Kinect e Office.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-01-2011]

Microsoft trimestre positivo 20 miliardi fatturato

Nonostante i ritardi nel settore mobile e in quello dei tablet, i risultati dell'ultimo trimestre fiscale resi noti da Microsoft sono decisamente positivi.

L'azienda di Redmond ha fatturato 20 miliardi di dollari, per un utile netto di 6,63 miliardi di dollari: sorprendendo gli analisti, che davano quasi per certo un sorpasso di Apple, Microsoft ha ottenuto profitti maggiori, seppure di "soli" 63 milioni di dollari.

Tutto ciò si traduce in una crescita del 5% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. Tale risultato è calcolato tenendo conto che all'inizio del 2010 vennero aggiunti 1,71 miliardi di fatturato differito, generato dai preordini di Windows 7; senza queste cifre, la crescita sarebbe del 15%.

Windows 7 ha certamente gran parte del merito per il conseguimento di questi risultati: si stima che ormai il 20% dei PC che accedono alla rete abbia installata l'ultima versione di Windows, che ha rapidamente fatto dimenticare l'immediato predecessore.

Un altro prodotto di successo è Kinect: lanciato da poco, è stato venduto in 8 milioni di esemplari nei 60 giorni successivi all'arrivo sugli scaffali, e ha trascinato con sé anche la console Xbox 360, che ha visto crescere le proprie vendite (con un aumento del 55% anno su anno).

Infine non si può non citare la divisione Business, che in questo trimestre si è comportata bene al di là delle previsioni: il suo fatturato è cresciuto del 24%, grazie all'alta domanda per Office 2010.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il governo vorrebbe eliminare la tassa di proprietà travestita da canone, trasferendola sulla bolletta della luce. Sei d'accordo?
No
Non lo so

Mostra i risultati (2791 voti)
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Tutti gli Arretrati


web metrics