È italiana la mano robotica da 100 dollari

Nasce a Pisa SmartHand, una mano artificiale in grado di riprodurre quasi tutte le funzionalità dell'arto naturale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-02-2011]

Pisa SmartHand 100 dollari mano robotica

Ci sono voluti almeno 10 anni di ricerca ma la mano robotica, in grado di sostituire quasi del tutto una mano "naturale" perduta, sembrerebbe che sia (quasi) una realtà.

Sviluppato alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, il progetto SmartHand mira proprio a questo: produrre una mano artificiale che si possa connettere al sistema nervoso e permettere di replicare le funzionalità perse.

Il prototipo creato alla Scuola Superiore - diretta da Maria Chiara Carrozza - pesa circa 350 grammi ed è dotato di quattro piccoli motori elettrici e oltre 40 sensori: questi permetterebbero di "restituire al cervello la sensazione di spinta e la consistenza di un oggetto".

I ricercatori pensano di poter ricreare l'80% delle funzionalità di una mano naturale, ma c'è di più: una SmartHand potrebbe avere un costo molto contenuto, intorno a 100 dollari.

Ciò ne permetterebbe l'impiego in quei Paesi in cui vi sono situazioni di guerra e conflitti, ovvero là dove ce ne sarebbe più bisogno ma dove le risorse sono limitate.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La mano artificiale che fa ''sentire'' le dita

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Intelligentissimo, direi anzi geniale: prima gli vendiamo le armi, con cui possono farsi saltare mani e gambe; poi gli vendiamo le protesi (magari a quei pezzenti non le mettiamo così a buon mercato, no?); a quel punto possono di nuovo usare le armi, quindi gliene possiamo vendere altre! :twisted: Queste sono le idee che seriamente... Leggi tutto
29-11-2011 14:18

""I ricercatori pensano di poter ricreare l'80% delle funzionalità di una mano naturale, ma c'è di più: una SmartHand potrebbe avere un costo molto contenuto, intorno a 100 dollari. Ciò ne permetterebbe l'impiego in quei Paesi in cui vi sono situazioni di guerra e conflitti, ovvero là dove ce ne sarebbe più bisogno ma dove le... Leggi tutto
23-2-2011 18:21

Certo che se anche i rari casi di eccellenza tecnologica italiana godono di questa considerazione e di questa partecipazione da parte dei loro stessi artefici, siamo messi veramente male... :shock:
23-2-2011 16:47

{Lord Nemesi}
@Andrea Papini Sai quali sono gli unici soldi che, senza ombra di dubbio, sono stati buttati via? QUELLI CHE TI HANNO PERMESSO DI CONSEGUIRE UNA LAUREA. Fosse per te invece che dal medico andremmo ancora tutti dallo stregone!
22-2-2011 08:59

Ci vuole tempo perché una nuova tecnologia abbia ricadute sulla vita di tutti i giorni, ma alla fine ognuno di quei giorni sraà stato necessario. Mi associo a Ahriman80: le stesse cose le hanno dette di ongi nuova applicazione tecnologica, dai fratelli Write agli gli home computer di Steve Jobs. Adesso i prinmi cellulari con l'antenna... Leggi tutto
22-2-2011 08:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il file di cui hai bisogno si trova su di un sito di file-sharing. Quando clicchi per scaricarlo, hai l'opzione di effettuare il download a velocità normale o di provare gratis il download ad alta velocità. Quale opzione scegli?
Utilizzo l'opzione velocità normale
Perché aspettare? Vado per l'opzione ad alta velocità
Scarico il file da un'altra fonte
Non uso questo genere di siti Internet

Mostra i risultati (1821 voti)
Gennaio 2022
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 gennaio


web metrics