Thunderbolt e SATA a 6 Gbit/s: oggi gli hard disk del futuro

LaCie presenta la prima unità compatibile con la nuova interfaccia di Intel. Western Digital raggiunge i 6 Gbit/s con gli hard disk Caviar.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-02-2011]

LaCie Little Big Disk Thunderbolt WD Caviar Black

Western Digital e LaCie hanno presentato le proprie soluzioni basate sulle tecnologie più recenti per connettere gli hard disk ai PC, siano essi interni o esterni.

Per quanto riguarda quelli esterni, LaCie è la prima azienda a presentare un prodotto basato sulla tecnologia Thunderbolt di Intel, recentemente presentata insieme all'ultima generazione di MacBook Pro.

Little Big Disk è quindi un'unità esterna progettata per l'archiviazione di file video e audio di grandi dimensioni, che inoltre permette di effettuare un backup completo in pochi minuti.

Thunderbolt offre un'ampiezza di banda di 10 Gbit/s e utilizza i protocolli PCI Express e DisplayPort su un singolo cavo per connettersi a dispositivi a elevate prestazioni e display ad alta risoluzione.

Little Big Disk consente lo streaming multiplo di video HD e di scaricare ore di contenuti in pochi minuti senza compromettere l'ampiezza di banda e le prestazioni; inoltre può anche essere connesso in cascata per estendere la sua capacità di storage o collegare altre periferiche.

L'unità di LaCie sarà disponibile nell'estate 2011 sui LaCie Online Store, su Apple Store e presso i rivenditori autorizzati.


WD Caviar Blue

Western Digital presenta invece le linee di prodotti Caviar Blue e Caviar Black SATA, con le queli offre velocità fino a 6 Gbit/s e capacità fino a 2 Tbyte.

Si tratta di unità da 3,5 pollici, dedicate ai computer desktop. I Caviar Blue arrivano fino a 1 Tbyte (partendo da una dimensione minima di 80 Gbyte), mentre i Caviar Black arrivano a 2 Tbyte (partendo da 500 Gbyte).

I dischi di Western Digital assicurano compatibilità con le interfacce precedenti SATA (i Caviar Blue sono disponibili anche in versione PATA) e montano una cache di 32 Mbyte (fino a 64 Mbyte per i Caviar Black).

Infine, grazie alla tecnologia ShockGuard, il disco rigido è protetto dai danni causati da urti e vibrazioni durante il funzionamento.

Per semplificare la scelta e selezionare il modello più adatto alle proprie esigenze è possibile consultare la guida all'interfaccia sul sito web di Western Digital.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

mamma mia, 6 GIGA :shock: ricordo quando a un mio collega, comperarono un nuovo PC da collegare al plotter A0, era un HP come il plotter, un 486DX66, ma l'invidia di tutta l'azienda era l'enorme disco rigido di cui era dotato, da ben... 160 Mb :roll: come sono vecchio... :?
3-3-2011 18:15

Sì, io però il WD Caviar Black ce l'ho dall'estate scorsa... :shock:
1-3-2011 13:32

Il tempo strettamente necessario a lanciare il prodotto, immagino. Leggi tutto
28-2-2011 14:38

{Osvaldo}
Se la tecnologia è "funzionante" (e pare esserlo, visto che c'è sui MBPro Apple) non comprendo la logica di vendere il prodotto solo nell'estate.Cosa c'è dietro? Solo politiche commerciali? Oppure gli hard-disk attuali non sono "adeguati" alla velocità di questa connessione? Forse avrebbero un costo troppo... Leggi tutto
28-2-2011 14:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per quale motivo NON sei (più) sul social network più famoso?
Facebook mi ha stufato. Preferisco godermi Internet.
Non voglio che gli altri si facciano i fatti miei.
Ho da fare. Facebook mi fa perdere tempo.
Amo di più la vita reale.
Non voglio che si sappiano in giro i miei segreti.
Non ho testa per Facebook in questo momento.
A mia moglie (marito, fidanzat*, ragazz*) dà fastidio che io sia su Facebook.
Facebook vende i nostri dati e non rispetta la privacy.
Mi sono accorto che iniziavo a farmi sempre di più i fatti degli altri.
Facebook è morto. Io adesso uso Twitter (o Google+, Pinterest ecc.)

Mostra i risultati (3954 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics