Wi-Fi libero, l'Italia dorme

Solo 5.000 hotspot in tutto il Paese ci rendono lontanissimi dalle nazioni più attrezzate. Le regioni più connesse sono la Lombardia e il Trentino.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-04-2011]

wifi libero hostpot italia

Anche se il decreto Pisanu non è più in grado di mettere i bastoni tra le ruote allo sviluppo del Wi-Fi libero, la situazione italiana in questo senso è tutt'altro che buona.

Secondo un'indagine condotta da Enter, parte del gruppo Y2K, nel nostro Paese ci sono soltanto 5.097 hotspot Wi-Fi; la maggior parte di essi è concentrata in Trentino e in Lombardia.

Ciò significa per l'Italia conquistare un per niente onorevole quattordicesimo posto a livello mondiale, piazzandosi bel lontana dalla cima - dove spicca il Regno Unito, con oltre 113.000 punti di accesso, seguito dalla Cina, con 102.259 - ma anche dietro Stati con un territorio meno esteso del nostro, come la Svizzera (dove ci sono 5.548 hotspot) e Hong Kong (5.327).

Il Trentino risulta la regione con la maggiore disponibilità di punti di accesso: ce n'è uno ogni 6.387 abitanti (la Lombardia, che pure ne ha di più in termini assoluti, arriva a uno ogni 7.399); poi vi sono quelle regioni che dispongono di un hotspot ogni 8.000 abitanti circa, come Valle d'Aosta, Emilia Romagna, Toscana e Lazio.

Le regioni peggiori in questa classifica sono il Molise (uno ogni 46.000 abitanti) e la Basilicata (uno ogni 49.000).

Gli hotspot siti in luoghi pubblici sono, in tutta Italia, solo 179; molti si trovano invece negli hotel (siamo la sesta nazione a livello mondiale), mentre ristoranti e bar ne sono quasi sempre sprovvisti, così come centri commerciali, negozi ma anche scuole e università (sono 37 le strutture educative che permettono di connettersi a una rete Wi-Fi; di queste, 25 sono nel Lazio).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Decreto del Fare, il Wi-Fi è finalmente libero
Wi-Fi negli hotel, in Italia spesso si paga

Commenti all'articolo (5)

A Giovanni Giolitti è ascritta questa frase: "La legge si interpreta per gli amici e si applica per i nemici". Converrai con me che, come disse un mio amico che fa il legale, se le leggi italiane fossero scritte in modo semplice ed inquivocabile molte controversie in sede civile non esisterebbero, far rispettare la legge... Leggi tutto
15-4-2011 12:53

LOL :-) Leggi tutto
15-4-2011 11:52

Sì, ma la notizia dov'è? :twisted: Leggi tutto
15-4-2011 10:25

In effetti sarebbe più interessante vedere la statistica degli hotspot Wi-Fi nei luoghi pubblici ed il loro costo di accesso. Le reti Wi-Fi degli alberghi sono spesso molto care e riservate ai soli clienti. Credo proprio che in questa statistica l'Italia non si collocherebbe al 14mo posto.
15-4-2011 08:54

ma siamo sicuri che il decreto pisanu non dia poi più così fastidio, io sinceramente ho ancora da aver delle certezze. Ho come parte marginale della mia attività alcune postazioni tipo "internet point". Alla domanda posta in questura ad inizio anno su come mi dovessi comportare con la nuova legge, alla fine non ho avuto nessuna... Leggi tutto
14-4-2011 15:22

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dicono che il software è la parte del computer contro la quale è possibile solo imprecare, l'hardware è quella che si può anche prendere a calci. Quale hai preso a calci più frequentemente?
Case e alimentatore
Scheda madre
Processore o CPU
Schede video e audio
Hard disk
Lettori Cd / Dvd
Monitor
Stampanti e scanner
Tastiera e mouse

Mostra i risultati (1464 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Vecchio televisore mette KO la connessione Adsl di un intero paese
Tutti gli Arretrati


web metrics