È ufficiale: Microsoft compra Skype

Nasce la divisione Microsoft Skype. L'operazione è costata all'azienda di Redmond 8,5 miliardi di dollari.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-05-2011]

Microsoft compra Skype

Alla fine l'ha spuntata davvero Microsoft: è di poco fa la notizia secondo la quale l'azienda di Redmond acquisirà ufficialmente Skype dalla cordata di investitori che rilevò l'azienda da eBay nel 2009.

Microsoft sborserà la cifra che era stata ipotizzata questa mattina: 8,5 miliardi di dollari.

Il gigante di Redmond ottiene il software e il bacino di 170 milioni di utenti che lo usano.

Il comunicato ufficiale dell'azienda parla dell'integrazione di Skype all'interno di «dispositivi Microsoft come Xbox e Kinect, Windows Phone e una grande varietà di dispositivi Windows; Microsoft connetterà gli utenti di Skype con Lync, Outlook, Xbox Live e le altre community».

Rassicurante la frase successiva - «Microsoft continuerà a investire nelle piattaforme non Microsoft e a offrire supporto agli utenti» - anche se bisognerà vedere come poi questa promessa diventerà realtà.

Steve Ballmer, CEO di Microsoft, festeggia l'acquisizione affermando che Microsoft e Skype, insieme, «creeranno il futuro della comunicazione in tempo reale così che le persone possano restare connesse con familiari, amici, clienti e colleghi in qualunque parte del mondo».

Dal punto di vista dell'integrazione delle due aziende, Skype diventerà una nuova business division di Microsoft; il CEO Tony Bates ne diventerà il presidente e farà rapporto direttamente a Steve Ballmer.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 21)

Sono completamente d'accordo! E oggi il sistema è sempre più diffuso e pervade moltissime aziende, stranamente anche le più innovatrici, o forse no? Non mi stupisce che anche per Skype sia stato così. Leggi tutto
14-5-2011 18:28

Cero! Dicevo per altri e non per te. Comunque esiste (mai provato) plugin-EKIGA per chat GPL come Pitgin e altri. In merito Yahoo (che poi non ricevo spam) è per dire che Skipe non è la sola o la migliore. Ciao Leggi tutto
13-5-2011 19:53

Elencamene qualcuno rilasciato sotto licenza GPL. Scusa ma "gratis" (salvo poi rischiare di vedersi bombardati di pubblicità, come yahoo) non vuol dire libero. :) Leggi tutto
12-5-2011 23:00

{pippolo}
Dalle mie parti si dice :Il ciuccio vecchio va a morire a casa del fesso.Sara' un caso ma non se l'era gia venduta google?
12-5-2011 04:15

Ciao Leggi tutto
12-5-2011 00:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (366 voti)
Ottobre 2017
Ceo di GitHub: i programmatori sono condannati all'estinzione
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Windows Media Player sparisce da Windows 10
Disqus violato, rubati i dati di 17,5 milioni di utenti
Il caso dell'iPhone 8 che si gonfia mentre è in carica
Gli auricolari di Google che traducono le conversazioni in tempo reale
La falla in Windows Defender che a Microsoft non interessa
Con un salto quantico, Firefox diventa più veloce di Chrome
Settembre 2017
Internet Explorer spiffera quel che digitiamo nella barra
Windows, gli ultimi aggiornamenti bloccano gli account utente
Violazione di CCleaner, guai più gravi del previsto
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
Tutti gli Arretrati


web metrics