Ping Pong virtuale anche senza Wii o Kinect

Niente console né televisore: bastano una racchetta speciale e un po' di orecchio.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-07-2011]

Grazie ai sensori di movimento integrati nei controller (o che sostituiscono i controller), giocare a "ping pong virtuale" davanti al televisore non è più una novità.

Dal Giappone arriva però un gioco che consente di fare a meno anche del televisore: Go with the rythm! Hyper Ping Pong.

Si tratta di un dispositivo che assomiglia in tutto e per tutto a una normale racchetta da ping pong ma include dei sensori di movimento, un pulsante e un altoparlante.

Agitando la racchetta come se si colpisse un'invisibile pallina si può iniziare a giocare; i colpi successivi vanno regolati in base ai suoni, seguendo il ritmo dei rimbalzi.

Il pulsante, poi, permette di fare una schiacciata e conquistare un punto.

Go with the rythm! Hyper Ping Pong sarà in vendita a Ottobre, in Giappone, per circa 2.000 yen (poco più di 17 euro).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Allucinante! Però permette di fare un pò di movimento no? :wink:
11-7-2011 19:13

O mamma mia, i giapponesi di invenzioni tristi ne fanno tante (dal cane robotico al cuscino abbracciante), ma questa è davvero trisitssima: una racchetta per far finta di giocare da soli! E quell'attrice che fa finta di essere contenta mentre fa finta di giocare è ancora più triste! :shock: Oltretutto, il trucco è svelato nell'ultima... Leggi tutto
10-7-2011 10:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (2085 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 gennaio


web metrics