Juno porta i LEGO su Giove

Giove, Giunone e Galileo Galilei sono i passeggeri della sonda che studierà il gigante del sistema solare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-08-2011]

NASA Juno Giove Giunone Galileo LEGO

Nonostante l'era degli Shuttle si sia ormai conclusa, alla NASA non hanno certo deciso di chiudere bottega.

Ha infatti avuto inizio la missione di Juno, la sonda che avrà il compito di studiare da vicino il pianeta più grande del sistema solare: Giove.

Prima che questo sia possibile dovranno però trascorrere cinque anni: tanti ne impiegherà Juno (il cui nome è evidentemente Giunone, la consorte del dio Giove, in inglese) per raggiungere il gigante.

Juno permetterà alla NASA di svelare i molti aspetti di Giove che il pianeta ancora nasconde sotto la coltre di nubi della propria atmosfera e di studiarne, per la prima volta, i poli.

Per compiere la propria missione la sonda è attrezzata con otto diversi strumenti scientifici, due dei quali realizzati con il finanziamento dell'Agenzia Spaziale Italiana: «Uno» spiega Enrico Saggese, presidente dell'ASI - «si occuperà dell'atmosfera e l'altro effettuerà degli esperimenti di radio-scienza».

Su Juno gli scienziati hanno però trovato lo spazio per inserire tre "strumenti" di un tipo diverso, più frivolo: tre "omini" realizzati da LEGO, l'azienda danese produttrice dei famosi mattoncini.

Non si tratta di personaggi presenti nelle serie in vendita nei negozi, ma di prodotti appositamente realizzati per il viaggio spaziale.

Realizzati non in plastica ma in alluminio, raffigurano Giove con in mano un fulmine, Giunone con in mano una lente d'ingrandimento e Galileo Galilei con in mano un modellino del pianeta e un telescopio.

Sul sito della NASA si trova la spiegazione di questa scelta: «Nella mitologia greca e romana, Giove si ammantava di nubi per nascondere le proprie malefatte. Dal monte Olimpo Giunone era in grado di scrutare oltre le nubi e rivelare la vera natura di Giove. Giunone regge una lente d'ingrandimento per simboleggiare la propria ricerca della verità».

A Galileo si deve invece la scoperta dei quattro maggiori satelliti di Giove, che egli indicò come «astri medicei» (in onore della famiglia Medici) e che oggi sono collettivamente noti come satelliti galileiani in suo onore.

Dopo che, nell'estate del 2016, avrà raggiunto Giove, la sonda Juno avrà a disposizione 33 orbite per compiere la propria missione. Quindi verrà fatta precipitare sul pianeta.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Lo smartphone modulare di Google, nuovi dettagli
I mattoncini Lego fatti in casa con la stampante 3D
Giove e Saturno tempestati di diamanti

Commenti all'articolo (1)

Voglio sperare che la Lego abbia pagato per questa sponsorizzazione e non viceversa..
24-11-2011 17:51

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se fossi il passeggero in un'auto il cui conducente sta leggendo o inviando un Sms, protesteresti?
S, ma solo se sono in confidenza con l'autista. E comunque non mi sentirei molto tranquillo.
S, per la sicurezza di tutti.
No, se lo fa in un rettilineo o comunque in condizioni di sicurezza.
No, se il conducente attento: non c' motivo di protestare.
No, se sta solo leggendo. S, se sta inviando un messaggio.

Mostra i risultati (2234 voti)
Settembre 2020
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Il chip nel cervello di Elon Musk
Tutti gli Arretrati


web metrics