HTML 5 e CSS 3, gli standard del web si evolvono

L'ultima versione dei fogli di stile dà nuova linfa a HTML, che alcuni vedevano già scalzato da XHTML. Novità coinvolgenti e frustranti allo stesso tempo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-09-2011]

html5 e css3 gabriele gigliotti apogeo

L'HTML, il linguaggio di marcatura principe del Web, per un certo periodo sembrava destinato a essere accantonato in favore di XHTML, una sua evoluzione, ma sorprendentemente il W3C l'ha riportato in vita, riproponendolo nella versione 5 con molte novità interessanti da evidenziare e valorizzare.

Questo è avvenuto grazie anche ai CSS3, l'ultima versione dei fogli di stile a cui è demandata la presentazione delle pagine web e che ben si integra con HTML5, tanto da essere presentati assieme in HTML 5 e CSS 3, il manuale scritto da Gabriele Gigliotti per Apogeo.

L'autore, che già in passato si era cimentato con testi tecnici che sono poi stati adottati in corsi universitari, ha preparato un libro articolato che spiega nel dettaglio i due linguaggi. Gigliotti illustra a uno a uno marcatori e comandi, le loro specifiche funzioni e le possibilità da essi offerte in modo semplice ed esaustivo, fornendo ogni volta - oltre alla spiegazione - alcuni esempi di codice, diverse risorse utili a cui attingere e soprattutto una tabella comparativa del supporto da parte dei browser più diffusi.

La lettura del manuale è a un tempo coinvolgente e frustrante per uno sviluppatore. E' coinvolgente perché i due strumenti hanno avuto un'evoluzione notevole: con HTML 5 è possibile marcare con grande precisione i contenuti e di conseguenza fornire molte più informazioni utili ai motori di ricerca, sogno di ogni SEO che si occupi di posizionamento naturale, mentre le opzioni offerte dai CSS 3 arrivano fino a scalzare alcune di quelle gestite finora più laboriosamente con Javascript.

E' frustrante perché, come ben sa chi usa quotidianamente questi linguaggi, vi è ancora scarso supporto da parte dei browser. Se Internet Explorer come al solito si fa notare per la sua assenza o per fare le cose a metà anche nella pur tanto decantata versione 9, nemmeno i più virtuosi come Opera danno al momento un supporto completo. In alcuni casi, pur essendoci il supporto ai vari comandi, per poterne usufruire è necessario far ricorso a estensioni proprietarie che appesantiscono il codice.

Ogni capitolo è introdotto da una breve presentazione e corredato alla fine da un elenco di risorse online, con esempi, librerie e riferimenti utili a cui poter attingere. C'è poi un riepilogo che riassume il punto di vista dell'autore sull'argomento appena trattato.

Il libro è completato da un indice analitico e da alcune utili tabelle riepilogative. Queste ultime per loro stessa natura sono destinate a essere superate nel tempo, ma intanto danno un riscontro immediato e permettono di valutare di volta in volta se ci si possa lanciare nell'utilizzo delle nuove tecnologie, oppure se convenga attendere ancora un po' a implementarle. L'autore in generale consiglia di non aspettare e, al massimo, di usare qualche accorgimento che permetta a chi naviga con vecchi browser di fruire comunque dei contenuti, senza però penalizzare chi riesce già a vivere l'esperienza di chi naviga con browser più recenti.

Scheda
Titolo: HTML 5 e CSS 3
Autore: Gabriele Gigliotti
Editore: Apogeo
ISBN: 9788850330119
Pagine: 275 (più le tabelle riepilogative)
Prezzo libro: Euro 29,00
Prezzo ebook: Euro 19,99

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google sta uccidendo la SEO?

Commenti all'articolo (2)

{gufonoioso}
Io cerco di sopravvivere come vaso di coccio tra vasi di ferro. Tra l'altro ho gia acquistato il libro ( aveva il pregio di almeno accennare a SVG ) ed ho spedito all'autore e all'editore F.B. considerazioni, osservazioni evidentemente NOIOSE e consigli evidentemente non desiderati ( non escludo che abbiano ragione a trovarmi... Leggi tutto
30-9-2011 11:31

problematiche Leggi tutto
30-9-2011 08:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale di queste affermazioni concordi maggiormente?
Il Governo sta facendo troppo poco per portare la banda larga anche nelle zone pi¨ remote.
Il Governo riuscirÓ a migliorare la diffusione della banda larga.
Il Governo vorrebbe fare di pi¨ per la diffusione della banda larga, ma mancano le risorse.
Il Governo non sta facendo abbastanza per reperire risorse per la banda larga.
Al Governo non frega nulla della banda larga a meno che qualche lobby o qualche gruppo finanziario o industriale gliela chieda; a quel punto troverÓ il modo di mettere una nuova tassa ai pensionati o ai lavoratori dipendenti per reperire i fondi.

Mostra i risultati (3420 voti)
Gennaio 2022
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 gennaio


web metrics