I neuroni che nascono dal fegato

Alcuni scienziati americani, guidati da un italiano, sono riusciti a trasformare le cellule del fegato in neuroni perfettamente funzionanti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-10-2011]

Neuroni da cellule del fegato Samuele Marro

Un gruppo di ricercatori della Stanford School of Medicine, guidati dall'italiano Samuele Marro e da Marius Werning, sono riusciti a trasformare cellule epatiche adulte in neuroni funzionanti.

Per ottenere un risultato analogo - passare da un "tipo" di cellula a un altro, completamente diverso - finora sembrava che l'unica strada fosse quella di passare attraverso lo stadio di cellule staminali pluripotenti indotte, come le ricerche del dottor Yamanaka hanno dimostrato essere possibile.

Gli scienziati di Stanford sono invece riusciti a passare direttamente da cellule del fegato a cellule del cervello, usando una tecnica di riprogrammazione cellulare che è allo studio dal 2009.

Basandosi sulle ricerche precedenti, il team di Marro ha utilizzato un virus per introdurre tre geni - Brn2, Ascl1 and Myt1l - all'interno di epatociti (le cellule del fegato) di topo; ciò ha portato in due settimane gli epatociti a mostrare caratteristiche proprie dei neuroni, e a esprimere geni neuronali in tre settimane, "spegnendo" allo stesso tempo i geni specifici che li caratterizzavano come cellule del fegato.

Qualche traccia dell'origine epatica dei nuovi neuroni è comunque rimasta: «ci sono alcuni resti della loro vita precedente, come una sorta di memoria» ha spiegato Werning «ma la grande maggioranza dei geni espressi dimostra una chiara preponderanza del programma di trascrizione neuronale».

Il ricordo della "vita precedente" non ha alcuna conseguenza pratica: i neuroni si comportano proprio come tali - sottolinea ancora Werning - e non mostrano alcuna funzione epatica residua.

L'importanza di questi studi è particolarmente elevata perché evitare di far passare le cellule attraverso lo stadio di staminali pluripotenti permette di cancellare il rischio che le nuove cellule diano vita a un tumore; inoltre, poter creare cellule partendo da altri tessuti consente di eliminare il problema del rigetto che ogni trapianto pone e anche quelli etici che l'uso di staminali embrionali (non di staminali indotte partendo da cellule adulte, per esempio della pelle) comportano.

Si aprono così nuove speranze concrete per chi soffre di malattie neurodegenerative, come il Parkinson o l'Alzheimer.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Col trapianto dell'utero anche gli uomini potranno avere bambini

Commenti all'articolo (2)

Peccato che abbiano mantenuto ampia memoria della loro vita precedente... :wink: Leggi tutto
9-10-2011 20:13

Abbiamo da tempo la dimostrazione che qualcuno è già riuscito a produrli da organi situati più in basso e li ha impiantati con successo :wink:
7-10-2011 12:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cosa hai fatto almeno una volta nella vita in una cabina telefonica?
Mi sono spogliato e cambiato.
Ho fatto pipì.
Ho fatto l'amore (con un uomo, una donna o da solo).
Mi sono limitato a ripararmi per la pioggia.
Ho telefonato, ma usando il cellulare.
Ho fatto degli scherzi telefonici rimanendo anonimo.
Da teppista l'ho danneggiata.
Ho telefonato senza pagare.
Ho fatto delle banali telefonate, niente di più.

Mostra i risultati (4425 voti)
Ottobre 2021
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 ottobre


web metrics