Il Safer Internet Day chiama il governo Monti

La giornata per la sicurezza in rete chiede che la cabina di regia per l'agenda digitale si occupi anche della protezione dei minori.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-02-2012]

safer internet day

Come ogni anno, anche l'inizio del 2012 ha visto lo svolgimento del Safer Internet Day, la giornata dedicata all'uso più sicuro di Internet da parte dei ragazzi.

Si sono svolte ieri le iniziative pensate per sensibilizzare le generazioni più giovani a un uso attento della Rete.

Il tutto si è basato sulle statistiche ottenute dall'indagine europea Eu Kids Online, presentata per l'appunto ieri, secondo la quale il 63% dei genitori è attiva nel proteggere i propri figli in Rete, consigliandoli e indirizzando la navigazione.

Il controllo sui figli passa anche attraverso le "indagini a posteriori", ossia tramite l'analisi della cronologia (pratica seguita dal 54% dei genitori) ma, in ogni caso, la maggior parte dei genitori si ritiene all'altezza del compito.

L'indagine rileva anche un'elevata componente di fiducia nelle capacità di autodifesa dei ragazzi (il 70% dei genitori italiani la possiede), ritenuti in grado di allontanarsi da sé quando individuano un sito pericoloso o dubbio, tanto che l'82% dei genitori italiani ritiene «altamente improbabile» che i figli, nei sei mesi successivi all'indagine, possano dare vita a situazioni spiacevoli causate dall'incauta navigazione in Internet.

Sondaggio
Hai mai incontrato persone conosciute online?
Non è mai capitato, ma vorrei.
Non è mai capitato e non ne ho intenzione.
E' capitato, ma continuiamo a tenerci in contatto prevalentemente attraverso Internet.
E' capitato e ora la relazione è prevalentemente telefonica o dal vivo.
E' capitato, ma la delusione è stata tale che non ci sentiamo più.

Mostra i risultati (2643 voti)
Leggi i commenti (60)

Tale fiducia nei figli è ben riposta? Il rapporto lascia lo spazio a qualche dubbio: il 39% dei ragazzi italiani ha candidamente dichiarato di ignorare di tanto in tanto i consigli dei genitori, mentre l'8% li ignora completamente.

Come rilevano anche gli organizzatori del Safer Internet Day: «In tutti questi anni il livello di rischio connesso all'utilizzo del web è alto anche per la mancata percezione dei pericoli da parte dei ragazzi. Il 31% dei ragazzi tra i 16 e 17 anni ammette di avere avuto incontri, anche intimi, con persone conosciute in rete. Sul fronte della pedopornografia il 78% delle vittime ha meno di 12 anni, il 4% meno di 3-4 anni. Rimuovere un sito pedopornografico richiede in media 719 ore, contro le 3,5/4,5 per i siti dediti ad operazione finanziarie illegali».

Dalla giornata italiana arrivano, inoltre, alcuni suggerimenti per la "cabina di regia" voluta dal governo Monti per l'attuazione della Agenda Digitale e che si riunirà domani: innanzitutto, l'inserimento tra gli obiettivi della protezione dei minori; poi, introdurre il reato di adescamento online.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google regala 2 Gbyte di spazio
Google, un super-database per combattere la pornografia infantile

Commenti all'articolo (2)

{paolo_del_bene}
Mi piacerebbe sapere come mai i genitori non hanno alcuna preparazione tecnica, come mai non sanno chi sono stati Oliver Lodege, Maxwell, Henry Hertz, Popov, Guglielmo Marconi, Alessandro Volta, Meucci, Alexander G Bell..... e mi piacerebbe sapere come mai i genitori non sanno che il primo computer fu costruito nel 1937 da parte dei... Leggi tutto
8-2-2012 21:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è secondo te il problema principale dei call center?
Tempi di attesa troppo lunghi
Mancanza di coordinamento tra settore tecnico e amministrativo
Personale scortese
Personale incapace
Personale capace, ma non addestrato adeguatamente

Mostra i risultati (3529 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics