La casa di Steve Jobs è ormai meta turistica

Arrivano da tutto il mondo per scattare qualche foto e vedere come vivesse il fondatore di Apple.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-02-2012]

steve jobs casa meta turistica

Arrivano a Palo Alto (California, USA) da ogni parte del mondo, apposta per cercare una casetta di mattoni e ardesia che ha l'aria di trovarsi più a proprio agio nella campagna inglese.

Una volta lì, scattano foto e fanno riprese; alcuni vi arrivano in pullman, quasi quella casa sia una meta turistica.

Se non lo è "ufficialmente", in ogni caso, ormai lo è diventata: si tratta infatti dell'abitazione in cui Steve Jobs ha vissuto negli ultimi anni sino alla morte, avvenuta il 5 ottobre 2011, e davanti alla quale è ancora parcheggiata la Mercedes senza targa che il fondatore di Apple guidava.

A raccontare di quanto sta avvenendo è il Los Angeles Times, che ha anche intervistato alcuni dei pellegrini giunti sino alla casa di Steve Jobs, in cui ancora vivono la moglie e i figli, e a volte vengono allontanati dai vicini che conoscevano Jobs più come uno di loro che come il signore e padrone di Apple.

«Ho voluto vedere dove vivesse quel grande uomo» spiega una donna, aggiungendo poi: «sono rimasta sorpresa del fatto che chiunque possa camminare indisturbato lungo la via».

Sondaggio
Chi fa la coda fuori dal negozio per acquistare il nuovo iPhone / iPad / iPod il primo giorno ...
Un vero appassionato
Un fanatico
Un iDiota

Mostra i risultati (11950 voti)
Leggi i commenti (55)

In realtà, stando a quanto racconta il Los Angeles Times, a Palo Alto è normale che le celebrità vivano in maniera assolutamente comune: lo stesso accade a Mark Zuckerberg (fondatore di Facebook) e Larry Page (cofondatore di Google), che abitano poco distante.

Persino Walter Isaacson, autore della biografia ufficiale di Steve Jobs, si è stupito quando ha visto che il fondatore di Apple viveva in maniera normale, senza nemmeno chiudere a chiave la porta posteriore della casa durante il giorno.

Subito dopo la morte di Jobs, folle di fan affollavano la strada davanti ala casa. Ora il numero s'è ridotto, ma il pellegrinaggio di quanti sono rimasti affascinati dalla vita del creatore di Apple continua.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il ritratto di Steve Jobs fatto con 6.000 tasti di computer
La casa di Steve Jobs diventerà un sito storico

Commenti all'articolo (1)

La gente pazza :) Io preferisco prenotare andare al mare piuttosto che rovinarmi per andar a vedere la casa di Steve Jobs... Era un uomo affascinante, pero' non capisco questa deificazione...
19-3-2012 11:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Di quale generazione fai parte?
Generazione silenziosa: i nati tra gli anni '20 e gli anni '40 del XX secolo
Baby boomers: i nati tra gli anni '40 e l'inizio degli anni '60 del XX secolo
Generazione X: i nati tra gli anni '60 e l'inizio degli anni '80 del XX secolo
Generazione Y (o Millennials): i nati tra gli anni '80 del XX secolo e il 2000
Generazione Z: i nati dal 2000
Generazione Alpha (o Screenagers): i nati dal 2010

Mostra i risultati (2527 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics