Dieci anni di Xbox

La console di Microsoft festeggia il decimo compleanno.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-03-2012]

xbox 10 anni

Quando venne presentata, 10 anni fa, suscitò reazioni contrastanti: qualcuno ne fu entusiasta, altri pronosticarono che sarebbe stata un flop.

Almeno all'inizio, sembrò che avessero ragione i secondi: nonostante la grafica di elevato livello e il supporto di Microsoft, la prima Xbox partì in perdita, sfidando la regina del momento, ossia la Playstation 2 di Sony.

Da allora, però, le cose sono mutate e non poco, soprattutto con il rinnovamento del 2005 che generò la Xbox 360; la sua apparizione zittì definitivamente i detrattori e confermò la solida presenza dell'azienda di Redmond nel settore videoludico.

Oggi, dunque, Microsoft può permettersi di festeggiare a testa alta il decimo anniversario di quella prima incursione nel mondo dei videogiochi celebrandolo con iniziative sul sito ufficiale, sulla pagina Facebook e su YouTube.

Microsoft non è l'unica a celebrare il compleanno di Xbox: Groupon, per esempio, ha lanciato un'offerta speciale valida solo per oggi che permette a chi vi aderisce di acquistare la console e 10 giochi a prezzi scontati: 299 euro anziché 549 euro.

Sondaggio
Qual è la tua console di videogiochi preferita?
Microsoft Xbox 360 - 20.3%
Sony PlayStation 3 - 21.6%
Nintendo Wii - 14.6%
Una meno recente - 6.9%
Non ho una console di giochi - 36.6%
  Voti totali: 3380
 
Leggi i commenti (8)

Né bisogna dimenticare, per giustificare il successo della console di Microsoft, l'importanza di Kinect, che ha introdotto una modalità di gioco innovativa anche rispetto a chi già da qualche tempo puntava sul movimento dei giocatori anziché sui controller tradizionali, cioè Nintendo.

Per quanto riguarda il futuro, invece, anche per Xbox 360 è quasi giunto il momento della pensione: l'anno prossimo - se tutto andrà come previsto - debutterà la Xbox 720.

Da semplice console per videogiochi, inoltre, già ora e ancora più domani Xbox vuole trasformarsi nel centro del salotto digitale, grazie alle funzionalità online che vanno dalla possibilità di giocare in partite multiplayer alla fruizione di contenuti televisivi sino alla possibilità di comunicare con gli amici.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (1467 voti)
Agosto 2020
Bambini e smartphone
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Tutti gli Arretrati


web metrics