Batterie al litio, arriva la ricarica veloce

Un algoritmo permette di realizzare batterie che si ricaricano in metà tempo, sono meno ingombranti e costano meno.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-10-2012]

uc san diego electric battery charging algorithm

Alcuni ricercatori dell'Università della California San Diego hanno ideato un algoritmo che permetterà di ricaricare le batterie agli ioni di litio in metà del tempo, e le renderà anche più efficienti e meno costose.

L'idea deve essere davvero preziosa se l'ARPA-E ha già garantito un finanziamento di 460.000 dollari per uno sviluppo ulteriore dell'algoritmo.

Allo stato attuale, per valutare lo stato di salute e il comportamento delle batterie si misurano il voltaggio e la corrente; tuttavia, a detta dei ricercatori questo è un sistema estremamente inefficiente, che ha come conseguenza la realizzazione di batterie troppo grandi e costose rispetto a quanto sarebbe necessario se si utilizzasse un sistema più preciso.

Il problema è che per sapere se la batteria stia funzionando a dovere è necessario sapere dove gli ioni presenti nell'anodo quando la batteria è completamente carica (e che si muovono verso il catodo quando si alimenta un dispositivo) si trovino, e questa è una misura molto difficile da ottenere.

Per dare un'idea della difficoltà uno dei ricercatori - Scott Moura - spiega che capire dove sono gli ioni misurando corrente e voltaggio è come cercare di capire dove si siedano gli spettatori di un cinema basandosi sulla velocità con cui entrano in sala.

L'algoritmo sviluppato in California, invece, permette di stimare con precisione la posizione degli ioni e anche quale sarà l'evoluzione della "salute" della batteria: permetterà quindi di riempire la "sala" di "spettatori" in maniera più sicura e precisa, consentendo alla fine di realizzare batterie meno ingombranti e che si ricaricano rapidamente.

Se si pensa che l'ingombro delle batterie e i lunghi tempi di ricarica sono i motivi che hanno spinto Toyota a cancellare la produzione della eQ, auto completamente elettrica, si capisce l'importanza di questa scoperta.

Il finanziamento ottenuto permetterà di mettere alla prova la teoria su batterie reali fornite da Bosch e Cobasys e, alla fine, «questa tecnologia verrà utilizzata in prodotti adoperati dalla gente» come assicura il professor Moura.

Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2701 voti)
Leggi i commenti (32)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 24)

Hai fatto bene a scrivere "di solito" in quanto dipende tutto dall'applicazione. Nella mia limitata carriera con i brushless, di questi ne ho visti un po' di tutti i tipi: senza ventola, con servoventilatore e pure raffreddati ad acqua! Leggi tutto
14-10-2012 12:08

Esatto. Per il secondo punto: Di solito si usa il termine "motore elettrico delle lavatrici" per dire un motore elettrico di basso costo e di scarsa tecnologia. Infatti lo misi tra virgolette. Di questi motori elettrici vidi delle vere "stufette" e quindi non vengono più usati da tanto tempo. I brushless... Leggi tutto
14-10-2012 02:08

I brushless sono motori trifase e vengono alimentati in corrente alternata tramite appositi inverter; di questi ultimi ne esistono tipi che possono essere alimentati in CC, altri in CA monofase, altri ancora in CA trifase ed infine esistono tipi di inverter che possono essere alimentati sia in CA che in CC, anche... Leggi tutto
14-10-2012 01:18

@Cesco67 Non mi pare di essere in OT. Siamo in scienze e nuove tecnologie! Sentii che sperimentavano 3000V in CC per quella linea, MA essendo sperimentale niente è confermato! Basti pensare che i tram/metro in Italia sono sui 500 - 750V mentre 3000V di solito sono i treni Italiani. Dunque pensano per lunghissime percorrenze e forti... Leggi tutto
13-10-2012 21:16

Grazie delle info, vedo che sei piuttosto esperto dell'argomento Entrando nel tecnico, sai a che tensione sono le linee che alimentano i filocamion? Per quanto riguarda la climatizzazione immagino che utilizzando il riscaldamento e, ancora peggio il condizionamento l'autonomia delle batterie si riduca non poco, specie nei percorsi... Leggi tutto
13-10-2012 15:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo che ti spinge maggiormente (oppure no) ad acquistare online?
La facilità di acquisto
La presenza di maggiori sconti e promozioni
La possibilità di evitare i centri commerciali
Una più ampia visibilità delle promozioni in corso
La possibilità di valutare tutte le opzioni
Poter acquistare anche all'ultimo momento

Mostra i risultati (2062 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics