Marchionne: produrre auto elettriche è masochismo

Considerati lo scarso successo e i costi elevati, per l'AD di FIAT e Chrysler non vale la pena produrre auto elettriche su larga scala.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-04-2013]

Sergio Marchionne

«Masochismo industriale»: così Sergio Marchionne, amministratore delegato dei gruppi FIAT e Chrysler, ha definito la produzione di auto elettriche su larga scala parlando all'incontro annuale della Society of Automotive Engineers, tenutosi a Detroit (USA).

Il motivo è semplice: in California, per ogni 500 elettrica prodotta, Chrysler perde 10.000 dollari; da questo punto di vista, avviare una produzione industriale avrebbe in effetti tutta l'aria di un suicidio economico.

A questo punto ci si potrebbe chiedere perché mai, se le 500 elettriche sono prodotte in perdita, Chrysler continui a sfornarle. La risposta è: perché è obbligata.

Le leggi della California prevedono infatti che ogni costruttore debba fornire dei veicoli elettrici; e, essendo lo Stato americano un mercato molto importante, la controllata di FIAT non può fare altro che accettare di pagare il prezzo della propria presenza.

Le previsioni di vendita restano comunque basse: Marchionne ritiene che se ne venderanno appena poche centinaia; le previsioni dell'AD sono confortate dai dati, secondo i quali nonostante gli incentivi governativi le auto elettriche o ibride ammontano a meno dell'1% dell'intero mercato automobilistico californiano.

Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2742 voti)
Leggi i commenti (32)

«Un anno fa l'idrogeno era la prossima grande novità, ora lo sono le auto elettriche. Le autorità dovrebbero essere neutrali rispetto alle tecnologie, non possiamo prevedere ogni scenario possibile» ha commentato Marchionne, chiudendo questa parte del proprio intervento.

Dopotutto - ha ribadito l'amministratore delegato di FIAT - l'azienda «è riconosciuta come il produttore europeo con la miglior performance ambientale», e Chrysler è stata la prima negli USA a produrre pick-up a metano.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Ricarica auto elettriche obbligatoria su case nuove a Palo Alto
BMW adotta il Gorilla Glass
Auto elettriche, centraline ricarica in Veneto e Emilia Romagna
Da Toyota un triciclo da città
Toyota studia le batterie a ioni di magnesio
Roma si candida per il gran premio di Formula E

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 31)

Leggi tutto
29-6-2013 00:11

La FIAT non ci perde 10'000€ dato che questi soldi sono nel costo dell'auto stessa! Ma come si può credere al Caro marcionne (costa un botto all'Italia) che ultimamente fallisce ogni impresa che fa (calo delle vendite e aumento del deficit FIAT) malgrado che cercano disperatamente di dire che fa bene perchè credono ancora all'economia... Leggi tutto
3-5-2013 19:27

{ictuscano}
certo che se nelle loro news la VOLPE ci mettesse la data.. si capirebbe meglio.. link ps - non credo proprio che quell'aggeggio farà fallire la Fiat.. ps2 - ed in Giappone perché gli ci vuole tanto ad avere l'omologazione?..
24-4-2013 16:38

@jumpjack Non è un ibrido-serie come non lo l'Ampera, sono range-extended ovvero hanno una batteria e possono andare solo a batteria più un generatore che carica la batteria. Un ibrido serie è un generatore che ALIMENTA DIRETTAMENTE dei motori elettrici senza batterie, al massimo con batterie stile *condensatori per far da buffer specie... Leggi tutto
22-4-2013 12:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dal 2013 è obbligatoria l'iscrizione online per le prime classi di tutte le scuole. Secondo te...
E' giusto e da Paese civile.
Molte famiglie saranno in difficoltà perché non hanno la connessione o non navigano in Internet.
Va bene ma ci vuole un supporto per le famiglie che ancora non navigano in Rete.

Mostra i risultati (1470 voti)
Agosto 2020
Mozilla licenzia il 25% dei dipendenti
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics