Da Asus un monitor 4K da 31,5 pollici

Offre una risoluzione di 3.840x2.160 pixel in soli 35 millimetri di spessore.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-06-2013]

PQ321Q

Prima ancora che il Computex 2013 prenda il via (si terrà dal 4 al 6 giugno) Asus ha già svelato un monitor dalle caratteristiche impressionanti.

Si tratta di uno schermo da 31,5 pollici che offre una risoluzione di 3.840x2.160 pixel in formato 16:9 (a 140 punti per pollice), ossia nel formato noto come Ultra HD o 4K.

Il suo nome è PQ321, monta un pannello IGZO retroilluminato a LED, offre un angolo di visione pari a 176 gradi, una profondità di colore RGB a 10 bit, una luminosità di 350 candele al metro quadro e un tempo di risposta di 8 millisecondi.

Oltre al pannello 4K, il PQ321 ha due altoparlanti integrati da 2 Watt, permette di regolare altezza, inclinazione e orientamento, si può appendere alla parete (è compatibile con lo standard VESA) ed è spesso solo 35 millimetri, il che fa di questo schermo, a detta di Asus, il più sottile monitor 4K presente oggi sul mercato.

Le connessioni comprendono una DisplayPort, l'ingresso audio da 3,5 mm, una RS-232C e, per i modelli in vendita negli USA, due HDMI con il supporto della funzionalità picture-in-picture.

Sondaggio
Quale di questi grandi trend dominerà maggiormente il mercato dell'Information & Communication Technology nei prossimi due anni?
Cloud Computing
Mobility
Virtualizzazione
Sicurezza e Risk Management
Energy Efficiency
Business Intelligence
Big Data

Mostra i risultati (1420 voti)
Leggi i commenti (4)

Asus non ha ancora rivelato il prezzo di vendita, che probabilmente sarà annunciato nel corso del Computex durante la presentazione ufficiale; le vendite negli USA dovrebbero iniziare alla fine del prossimo mese, mentre ancora non si sa quando sarà distribuito nel resto del mondo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il monitor 5K di Dell
Addio 4K, si chiamerà Ultra HD
GoPro mostra la action camera Hero3
LG verso i televisori 4K
Da Sony un proiettore 4K per il cinema in casa

Commenti all'articolo (2)


E' davvero ridotta così male la Asus? :shock: Per fortuna che io ho scelto un Philips! :D
5-6-2013 00:25

{tin tin}
Bello... Peccato che poi un bel giorno ti svegli, provi ad accenderlo e lo ritrovi in mille pezzi senza che tu abbia fatto niente... Naturalmente NON E' UN DIFETTO DI FABBRICAZIONE!!! Infatti Asus è famosa per non rimborsare i propri clienti se il difetto riguarda il Display... INVECE DI CONTINUARE A CREARE... Leggi tutto
4-6-2013 11:00

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2610 voti)
Gennaio 2021
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Tutti gli Arretrati


web metrics