Previti querela Wikipedia per diffamazione ma perde

Il Tribunale di Roma assolve Wikipedia nella causa per diffamazione promossa da Cesare Previti, già avvocato e ministro di Berlusconi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-06-2013]

cesare previti

Wikipedia, o meglio Wikimedia Foundation, editore di Wikipedia, non può essere considerato responsabile di eventuali diffamazioni perché responsabili possono essere solo i suoi redattori, identificabili grazie all'indirizzo IP.

Lo ha deciso il Tribunale civile di Roma in una causa promossa dall'ex senatore Cesare Previti, dichiarato decaduto dal Senato in seguito a sentenza passata in giudicato di sospensione dai pubblici uffici. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
A inizio millennio per lavorare nella new economy bisognava trasferirsi nelle grandi città, soprattutto Milano. Oggi la banda larga si è diffusa, ci sono nuove piattaforme di collaborazione ed è cambiato l'approccio al lavoro. Alla luce di questo...
Abito in una grande città e qui rimarrò.
Abito in una grande città ma sto valutando di trasferirmi in provincia.
Abito in provincia e non mi sposterò di certo.
Abito in provincia ma sto valutando di trasferirmi in una grande città.
Abitavo in una grande città ma mi sono trasferito in provincia.
Abitavo in provincia ma mi sono trasferito in una grande città.
Città o provincia non fa grande differenza, ma mi sono trasferito (o sto valutando di trasferirmi) all'estero.

Mostra i risultati (1498 voti)
Leggi i commenti (21)
Secondo il Tribunale, Cesare Previti, già avvocato di Silvio Berlusconi, avrebbe potuto anche correggere, in modo documentato, come è previsto, la voce di Wikipedia che lo riguardava e che conteneva notizie da lui ritenute diffamanti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
''Il vino è avariato'', dopo la recensione arriva la querela

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)


{Felice}
Uno dei casi in cui il diritto all'oblio sarebbe dovuto
2-7-2013 00:25

Io, invece, sì. :D Per le ragioni spiegate da mda. Solo che quella della causa che se la perdi la paghi mi sembra che sia già così. Oggi, le cause perse chi è che le paga? Non è chi le perde? :? Leggi tutto
29-6-2013 23:04

@Roberto1960 Non è dietro pagamento! Devi essere sicuro di essere infamato per denunciare, se no paghi. Dunque non è una questione da ricchi perchè chiunque può denunciare, ma non denunciare sul "possibile" (cosa che intasa la magistratura) ma su certezze del fatto infamante! Del resto la Legge si basa sui fatti accertati e... Leggi tutto
29-6-2013 07:57

Non sono molto convinto della bontà di queste norme. La richiesta di giustizia da parte del cittadino è un diritto fondamentale, non credo sia opportuno trasformarla in una specie di servizio a pagamento. Non vorrei davvero che la Giustizia divenisse una faccenda per ricchi che si possono permettere le eventuali spese di un processo,... Leggi tutto
29-6-2013 06:20

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cosa hai fatto almeno una volta nella vita in una cabina telefonica?
Mi sono spogliato e cambiato.
Ho fatto pipì.
Ho fatto l'amore (con un uomo, una donna o da solo).
Mi sono limitato a ripararmi per la pioggia.
Ho telefonato, ma usando il cellulare.
Ho fatto degli scherzi telefonici rimanendo anonimo.
Da teppista l'ho danneggiata.
Ho telefonato senza pagare.
Ho fatto delle banali telefonate, niente di più.

Mostra i risultati (4205 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics