Dal 1 giugno niente programmi Rai su YouTube

Lo ha deciso il direttore generale della Tv pubblica Gubitosi. Ma se pago il canone voglio vedere Maigret su YouTube.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-05-2014]

Maigret a Pigalle (1967) Gino Cervi

Dal 1 giugno non sarà più possibile vedere i programmi Rai su Youtube: il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi ha deciso di non rinnovare l'accordo che rende fruibile l'archivio Rai sul grande social network.

Prendiamo un utente italiano, abbonato alla Rai, che si ostina a pagare un canone che aumenta ogni anno, nonostante l'altissima evasione.

E' giusto che questo utente non possa vedere neanche una memorabile puntata delle inchieste del commissario Maigret con Gino Cervi o una dei Racconti del Maresciallo con Turi Ferro, trasmissioni in bianco e nero che fanno parte della storia italiana e della tv? L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Cosa ne pensi del ritocco digitale dei film classici (non solo di fantascienza)?
E' un falso storico; i film vanno visti come furono girati.
E' necessario, per evitare che certi film vengano dimenticati.
Va bene, basta che sia indicato chiaramente.
Non me ne può fregar di meno.

Mostra i risultati (3143 voti)
Leggi i commenti (3)
Tante altre immagini di vita e di storia che appartengono alla storia degli italiani saranno tabù?

Sarebbe bello che anche il governo e la Commissione di vigilanza Rai si esprimessero presto sull'argomento.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Il crowfunding si fa direttamente su YouTube

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)

{ice}
Non conosco gli estremi economici con l'accordo con Youtube, ma sicuramente le app per accedere ai contenuti RAI sia da piattaforma Android che da piattaforma Windows Metro sono molto migliorate. Credo che l'accordo con youtue fosse nato innanzitutto per aggirare i problemi di accesso che l'adozione della piattaforma... Leggi tutto
31-5-2014 10:34

La RAI ha già rinunciato a Silverlight, quindi questo scoglio sarebbe superato. Ovviamente se non pubblica più i suoi contenuti il problema cessa completamemte di esistere... :shock: Mauro Leggi tutto
31-5-2014 08:52

Questa notizia mi dispiace perchè i programmi Rai hanno raccontato la storia e il costume di decenni di un' Italia che fu. Gli attuali dirigenti dovrebbero riflettere su questa considerazione. Spero proprio che cambino idea perchè c'è anche il rischio che, visto le attuali condizioni economiche in cui versa la Rai , venda delle collane a... Leggi tutto
30-5-2014 22:26

Concordo anche io su questo. Ma ancora di più contesto l'idea del canone RAI, che non è più neanche un canone ma una tassa di possesso per non si capisce neanche bene quali dispositivi elettronici (la definizione è estremamente generica, potrebbe essere anche un videocitofono, o non so che altro). La contesto radicalmente proprio in... Leggi tutto
30-5-2014 14:48

Ciao, sono anch'io un abbonato RAI e appassionato di Maigret/Cervi Vi propongo due spunti e mi piacerebbe sentire i vostri commenti: 1) non sono affezionato in modo particolare a YouTube, quindi credo di poter sopravvivere se la RAI non posta piu' i programmi su YouTube. Tuttavia, pretendo di avere un accesso alternativo (es. portale... Leggi tutto
30-5-2014 09:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Telecom Italia ha scelto il marchio TIM per tutta la sua offerta commerciale di telefonia fissa, mobile e Internet, cambiando il logo. Cosa pensi del nuovo logo? Scegli un'opzione tra le seguenti e commenta nel forum.
Mi piace.
Non mi piace.
Preferivo il precedente.
Non mi interessa.
Sempre di più si dà troppa importanza all'immagine e poca alla sostanza.

Mostra i risultati (2065 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics