Asteroidi come bombe nucleari

La minaccia che arriva dal cielo è più pericolosa di quanto si possa pensare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-06-2014]

asteroidi bombe nucleari

Quanti asteroidi di dimensioni sufficienti da destare preoccupazione sono caduti sul nostro pianeta dal 2000 a oggi?

La domanda è tutt'altro che oziosa: come ci ricorda il meteorite che nel febbraio del 2013 precipitò in Russia, anche senza scomodare l'estinzione dei dinosauri un asteroide abbastanza grande potrebbe provocare seri danni se cadesse in una zona popolata.

La B612 Foundation, creata da due astronauti per rilevare la presenza di asteroidi pericolosi per la vita sul nostro pianeta, ha recentemente rivelato un dato interessante. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Quale di queste previsioni ritieni che diventerà realtà per prima?
Si potranno trapiantare organi di ricambio cresciuti in laboratorio.
I computer svilupperanno capacità creative, riuscendo a creare vere opere d'arte senza intervento umano.
Il teletrasporto delle persone diventerà realtà.
Su Marte e sui pianeti abitabili si costruiranno colonie nelle quali si potrà vivere per lunghi periodi.
Riusciremo a controllare il tempo atmosferico, cancellando siccità, inondazioni e catastrofi naturali.

Mostra i risultati (2113 voti)
Leggi i commenti (10)
La rete di sensori che sorveglia la Terra per captare la "firma" di eventuali esplosioni nucleari, tra il 2000 e il 2013 ha captato 26 di queste esplosioni, con un'energia compresa tra gli 1 e i 600 chilotoni; solo che non sono state prodotte da delle bombe atomiche.

Esse sono invece il risultato di altrettanti impatti di asteroidi; per fare un paragone, la bomba che distrusse Hiroshima aveva una potenza di 15 chilotoni.

La maggioranza di questi asteroidi è esplosa nell'atmosfera, a un'altitudine tale da non poter fare danni; tuttavia l'eventualità che qualcosa di pericoloso arrivi sino al suolo non è da sottovalutare.

Il video che riportiamo qui sotto riporta gli impatti registrati negli scorsi 13 anni. L'articolo continua dopo il video.

È per difendersi da pericoli come questi che la Fondazione vuole lanciare un telescopio spaziale a infrarossi: si tratta del progetto Sentinel, che ci avviserebbe per tempo in caso si profili all'orizzonte un impatto.

Il lancio è per il momento fissato in un momento imprecisato tra il 2017 e il 2018; secondo la fondazione, in poco più di sei anni Sentinel riucsirà a scoprire 500.000 NEA (Near Earth Asteroids, Asteroidi Vicini alla Terra).

impatti asteroidi
La mappa degli impatti avvenuti tra il 2000 e il 2013

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Un “pianetino” sta per attraversare il Sistema Solare
Asteroid Day, il pericolo arriva dal cielo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1792 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 settembre


web metrics