Spiati dal cellulare anche quando è spento

Non è necessariamente una bufala.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-06-2014]

iphone

Da anni circola la diceria che i servizi di spionaggio e di sorveglianza di vari paesi sarebbero in grado di usare un telefonino come un microfono per ascoltare le conversazioni altrui.

Questo, in sé, non sembra particolarmente implausibile dal punto di vista tecnico. Ma spesso la diceria si spinge a dire che questo genere d'intercettazione è possibile anche con il telefonino spento.

Da qui è nato il gesto, secondo molti eccessivamente paranoico, di rimuovere la batteria dal cellulare prima di qualunque incontro riservato. Un gesto che sta diventando sempre più difficile, visto che molti smartphone tendono ad avere batterie non rimovibili.

Ma in una recente intervista trasmessa dall'emittente statunitense NBC, Edward Snowden ha confermato che l'NSA è realmente in grado di accendere uno smartphone "anche quando il dispositivo è spento". Roba da brivido.

C'erano già segnalazioni in questo senso nel 2006: alcune marche di telefonini erano infettabili da remoto con malware che accendeva i loro microfoni e questa tecnica veniva usata nelle indagini antimafia.

Come è possibile un'intercettazione a telefonino spento? Una tecnica è installare sul cellulare un software-spia che simula lo spegnimento: quando l'utente preme il tasto di spegnimento, lo schermo si oscura o mostra un'imitazione del normale messaggio che invita a far scorrere il dito per confermare l'intenzione di spegnere e poi finge di spegnersi. Anche i pulsanti non rispondono più alla pressione.

Sondaggio
Qual è il peggiore tra questi scenari?
I genitori possono alterare il DNA dei loro nascituri in modo che siano più intelligenti (o più prestanti fisicamente).
Gli assistenti ai malati e i badanti delle persone anziane sono per lo più dei robot.
La maggior parte delle persone hanno impiantati dispositivi con sensori di vario genere.
Lo spazio aereo viene aperto ai droni personali.
Un altro (per cortesia inserisci un commento)
Non lo so

Mostra i risultati (2235 voti)
Leggi i commenti (23)

Un'altra è il sabotaggio fisico dell'hardware: grazie alle rivelazioni di Snowden raccolte nel recente libro No Place to Hide (Sotto controllo) di Glenn Greenwald, sappiamo che l'NSA intercetta i dispositivi digitali (per esempio i router della Cisco) e li altera prima che arrivino agli acquirenti.

Come ci si difende? Si usa un telefonino con batteria rimovibile e si stacca la batteria, oppure si lascia l'apparecchio altrove (Snowden invita a metterlo in frigorifero, che è un luogo piuttosto insonorizzato e schermato).

Se la batteria non è asportabile, per esempio nel caso di un iPhone, si può mettere il telefonino in modalità DFU, che spegne tutti i componenti tranne la porta USB: si collega l'iPhone a un alimentatore o a una porta USB di un computer e si tiene premuto il tasto di spegnimento; poi, dopo tre secondi, si tiene premuto il tasto Home. Entrambi i tasti vanno poi tenuti premuti per dieci secondi e infine si rilascia il tasto di spegnimento tenendo invece premuto il tasto Home per un'altra decina di secondi.

In questo modo l'iPhone è in una sorta di coma informatico e per rianimarlo occorre tenere premuto il tasto di accensione e il tasto Home fino a che compare il logo della Apple.

In alternativa si può spegnere l'iPhone tenendo premuto il tasto Home e quello di accensione per dieci secondi: anche questo mette il dispositivo in una condizione di disattivazione profonda.

Certo, in teoria anche queste situazioni potrebbero essere simulate da un malware, ma sarebbe davvero un malware previdentissimo: a quel punto si fa prima a lasciare l'iPhone in un'altra stanza o metterlo nel forno a microonde spento oppure nel frigorifero.

Fonti: Gizmodo, Ars Technica, Wired.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
Il Regno Unito sperimenta un sistema di sorveglianza spiando le mail dei giornalisti

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 19)

I primi cellulari a lasciare il microfono acceso pur essendo "spenti" erano i BlackBerry di una quindicina d'anni fa. Alla stessa epoca risalgono gli "spy-firmware" per i nokia, che simulavano lo spegnimento.
25-6-2017 09:04

{gino}
Whatsapp è stato pagato la cifra che è stato pagato non per i dati degli utenti, ma per il potenziale che ha e per il fatto di essere quasi "monopolista" delle conversazioni via app. (Ho scritto "quasi" perché non in tutto il mondo è così). Quando un servizio è utilizzato... Leggi tutto
11-6-2014 11:21

Subscribe, ma non c'è verso di farglielo capire, "uè guarda qui che figo mando la foto scrivo il messaggio"... che è esattamente quello che si fa da sempre anche senza whats che si ciula i nostri dati. :roll: Mauro Leggi tutto
11-6-2014 03:58

E' non poco inquietante che Whatsapp sia stato pagato diversi MILIARDI di dollari quando al massimo, anche lo avessero scaricato un miliardo di persone e tutte l'avessero pagato, al massimo l'azienda avrebbe guadagnato 890 milioni... COSA hanno comprato per tutti quei miliardi? I ca**i nostri!!! Leggi tutto
10-6-2014 22:53

ecco appunto... quando lo dicevo io nel 2006 che l'imei è l'equivalente della targa di un'automobile mi davano della pazza visionaria ossessionata dalla privacy... :malol: :malol: :malol: che poi personalmente... io non ho sta fissa con la privacy. semmai ho la lecita preoccupazione dell'elaborazione dei dati aggregati da gestori terzi... Leggi tutto
10-6-2014 22:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la cosa più importante per te in un sito Internet?
Estetica
Interattività
Contenuti
Usabilità
Gratuità

Mostra i risultati (2772 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 20 settembre


web metrics