Come si diventa più intelligenti? Mangiando insetti

Nutrirsi di un cibo in grado di nascondersi così bene svilupperebbe l'intelligenza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-07-2014]

mangiare insetti intelligenza

Dagli USA, patria delle ricerche più o meno strampalate, arriva la spiegazione di come i nostri antenati siano riusciti a sviluppare l'intelligenza: mangiando insetti.

A sostenerlo è un gruppo di ricercatori della Washington University di Saint Louis dopo uno studio durato cinque anni sulle scimmie cappuccine (o cebi).

Attenzione, però: il merito dello sviluppo dell'intelligenza non sarebbe in qualche proprietà segreta nascosta in una dieta a base di insetti, ma nella sfida che la caccia a questi minuscoli e sfuggenti esserini costituirebbe.

L'autrice principale dello studio, la dottoressa Amanda Melin, spieta: «L'importanza delle sfide associate con la ricerca di cibo nel dare forma all'evoluzione del cervello e delle facoltà cognitive nei primati, compresi gli umani è stata da tempo riconosciuta».

«Il nostro lavoro» - prosegue la dottoressa - «suggerisce che scavare alla ricerca di insetti quando il cibo scarseggia possa aver contribuito all'evoluzione delle facoltà cognitive degli ominidi e aver posto le basi per un utilizzo avanzato degli strumenti».

Le scimmie cappuccine, di norma, preferiscono mangiare i frutti maturi e solo saltuariamente si cibano di insetti; le varietà che vivono in ambienti dove stagionalmente questo tipo di cibo viene a mancare, però, sono costrette a trovare delle alternative, la migliore delle quali è costituita dagli insetti.

Sondaggio
La società di consulenza McKinsey ha individuato 12 tecnologie "dirompenti", capaci di dare una spinta all'economia, migliorando produttività, favorendo i consumi e trasformando completamente la vita quotidiana. Quale sarà la più importante?
Internet Mobile
Software in grado di prendere decisioni autonome
Internet delle cose
Tecnologia cloud
Robotica avanzata
Auto che si guidano da sole
Genomica di nuova generazione
Batterie di nuova concezione
Stampa 3D
Materiali evoluti (grafene ecc.)
Metodi avanzati per trovare ed estrarre gas e petrolio
Energie rinnovabili

Mostra i risultati (2982 voti)
Leggi i commenti (32)

Scovare gli insetti però non è semplice e così le scimmie devono ingegnarsi, scortecciando alberi, scavando nel terreno e via di seguito. Tutta questa attività, secondo gli studiosi americani, avrebbe portato l'evoluzione a selezionare scimmie con cervelli più sviluppati e meglio attrezzati per sopravvivere durante il periodo di scarsità dei frutti.

A conferma di questa teoria i ricercatori portano la differenza di comportamento tra le più robuste scimmie cappuccine del genere Sapajus e quelle più gracili del genere Cebus.

Sebbene anche le seconde, tipiche delle foreste pluviali dove i frutti si trovano in abbondanza tutto l'anno, siano in grado di eseguire dei "trucchetti" come aprire i frutti colpendo gli alberi con essi, soltanto le prime, tipiche di un ambiente in cui i frutti appaiono con variazioni stagionali, utilizzano strumenti più "avanzati" (come sassi per aprire frutti e lumache) e in modo "creativo".

I ricercatori ritengono che la differenziazione tra i Cebus e i Sapajus, riscontrabile geneticamente, sia stata favorita dalla necessità di utilizzare gli insetti come cibo "di emergenza".

Quanto tutto ciò sia applicabile all'evoluzione degli uomini non è chiarissimo, anche perché è difficile ricostruire le eventuali variazioni stagionali nella dieta a partire dai fossili.

Si sa che almeno un tipo di ominidi sudafricano aveva una dieta che variava stagionalmente, e che alcuni nostri antenati si nutrivano, tra le altre cose, di termiti, radici di piante e tuberi (anche questi ultimi sono un cibo che va "cercato", quindi avrebbero da questo punto di vista un valore analogo a quello degli insetti).

I ricercatori statunitensi sono comunque convinti che proprio una dieta che richiedeva di nutrirsi di un cibo difficile da trovare sia stato un «fattore chiave nello sviluppo delle abilità unicamente umane».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Barrette proteiche ricavate dagli insetti
Cavallette fritte vietate a San Francisco
Indovina cosa viene a cena

Commenti all'articolo (2)

No. Nessun dubbio. Questa teoria spiega anche come mai l'umanità stia rincitrullendo sempre di più. Prima è passata a prendere il cibo nei negozi alimentari. Poi è passata a prendere il cibo al supermercato. Poi è passata ai fastfood. Infine, è arrivata l'era dei distributori automatici e dei dronocopteri pizzaioli. Dopo non le resterà... Leggi tutto
8-7-2014 21:27

Sarà, ma qualche dubbio, a sensazione, ce l'ho... :?
5-7-2014 15:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te come stanno cambiando gli attacchi informatici?
Ci sono sempre più attacchi automatizzati verso i server anziché verso gli individui.
Gli attacchi sono più globali, dall'Europa all'America all'Asia all'Australia.
L'impatto maggiore è sui conti aziendali e sui patrimoni medio alti.
Gli attacchi colpiscono istituzioni finanziarie di tutte le dimensioni.
Gli hacker sono sempre più veloci.
I tentativi di transazioni sono più estesi e più elevati.
Gli attacchi sono più difficili da rilevare.
E' aumentata la sopravvivenza dei server.

Mostra i risultati (1568 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 ottobre


web metrics