709, iniziano le operazioni di contestazione

La Polizia Postale ha scoperto e multato i primi truffatori a Napoli.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-06-2003]

Finalmente qualcosa si muove contro chi opera truffe via Internet con i "709", i numeri verso i quali le connessioni dirette vedono i prezzi delle bollette salire alle stelle.

Chi offre questi servizi si difende dicendo che tutto è fatto in cambio di servizi a pagamento, come suonerie per cellulari o brani musicali, però a costi elevatissimi e non sempre dichiarando in maniera chiara e corretta le spese cui l'utente va incontro.

La Polizia Postale di Napoli ha riscontrato delle anomalie e conseguentemente ha notificato 16 verbali di contestazione a quattro operatori di telefonia, multando i responsabili con sanzioni amministrative per un totale di 620.328 euro.

Ricordiamo che oggi sono oltre 25.000, in tutta Italia, le denunce per frode informatica già presentate presso gli uffici della Polizia Postale da parte di titolari di utenze telefoniche che hanno contestato i relativi addebiti in bolletta.

Sul sito della Polizia di Stato e' possibile scaricare il modulo di denuncia da presentare agli uffici di Polizia per chiedere il rimborso telefonico in caso di abuso e i consigli su come tutelarsi.

Sempre dal sito della Polizia di Stato riportiamo le indicazioni su come tutelarsi:

"Quando su internet, per ottenere documenti, fotografie, filmati o brani musicali viene chiesto di installare gratuitamente un programma bisogna fare molta attenzione. La Polizia Postale e delle Comunicazioni ricorda che:

E' importante leggere integralmente le istruzioni che riguardano il programma da installare, scorrendo, senza fretta, tutto il testo con il cursore.

Molto spesso viene spiegato che il programma, una volta installato, stabilirà una nuova connessione su una numerazione telefonica (70X, 00X, 899XX) a tariffa più alta rispetto all'urbana, in genere 5 euro più IVA al minuto.

A volte l'avviso relativo alla nuova connessione è assente o poco leggibile, oppure non descrive alcune caratteristiche particolarmente insidiose del programma, quali per esempio connessioni consecutive di pochi secondi ciascuna al costo di 6 euro.

Se si sceglie di non installare il programma è importante verificare se il modem cerca di chiamare un nuovo numero telefonico a vostra insaputa.

Se si sceglie di installare il programma è importante verificare se il modem cerca di chiamare un nuovo numero telefonico a vostra insaputa in altre circostanze (cioè dopo aver ottenuto il servizio offerto per esempio dopo qualche minuto o nei giorni seguenti).

Si può impedire un'operazione non richiesta spegnendo il modem, e verificando le istruzioni di connessione (accesso remoto).

Se si verifica uno di questi casi è possibile applicare l'art. 640 ter. del c.p. (cd. frode informatica); di norma, tale reato è procedibile a querela di parte. La semplice e-mail di denuncia non è sufficiente allo scopo.

Anche quando il reato non c'è, perché gli utenti sono stati informati sui costi e sulle modifiche del software che l'operazione comporta, è comunque un illecito amministrativo la vendita di servizi tramite connessione 709. In questo caso, pertanto, a seguito di un esposto può scattare una sanzione amministrativa pecuniaria. (art. 4, comma 1 della delibera n. 9/02/Cir dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni)."

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Andrea Maselli
Poco informati eh? Leggi tutto
17-6-2003 15:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale di queste affermazioni concordi maggiormente?
Il Governo sta facendo troppo poco per portare la banda larga anche nelle zone pi¨ remote.
Il Governo riuscirÓ a migliorare la diffusione della banda larga.
Il Governo vorrebbe fare di pi¨ per la diffusione della banda larga, ma mancano le risorse.
Il Governo non sta facendo abbastanza per reperire risorse per la banda larga.
Al Governo non frega nulla della banda larga a meno che qualche lobby o qualche gruppo finanziario o industriale gliela chieda; a quel punto troverÓ il modo di mettere una nuova tassa ai pensionati o ai lavoratori dipendenti per reperire i fondi.

Mostra i risultati (3306 voti)
Aprile 2020
Violata Email.it: sottratti dati di 600.000 utenti, password comprese
5G e coronavirus, cittadini danno fuoco alle torri della telefonia
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Tutti gli Arretrati


web metrics