Canzone vecchia di 80 anni, Warner fa causa a un bar

Il gestore rischia di pagare 60.000 dollari di danni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-09-2014]

giacomo jacks copyright

Non è inusuale entrare in un locale pubblico - un bar, un ristorante - e trovarvi della musica, spesso dal vivo ma anche registrata: intrattiene gli avventori e migliora l'atmosfera.

Questo lo sanno i gestori, i clienti e anche i detentori dei diritti sui brani, che tramite gli ispettori delle varie società adibite alla difesa del copyright (come la nostra SIAE) sorvegliano gli esercizi per evitare che qualcuno osi far ascoltare della musica senza versare l'obolo.

Di recente, gli ispettori sguinzagliati da Warner Bros e Pure Music hanno colto in flagrante un bar di Amityville, nello Stato di New York (USA), il Giacomo Jack's.

Il gestore s'è infatti permesso di riprodurre due canzoni senza averne pagato i diritti.

Non è dato sapere quale sia la canzone che ha fatto arrabbiare Pure Music, ma quella che ha scatenato l'ira di Warner Bros è I Only Have Eyes for You, un brano del 1934 e utilizzato nello stesso anno nel film Abbasso le donne, della Disney.

Quella canzone ha dunque ottant'anni.

Il guaio, però, è che il copyright sulle canzoni si estingue dopo 95 anni e, dato che «gli atti illegali compiuti dagli accusati hanno causato e stanno causando gravi danni ai querelanti», ecco che Warner Bros chiede 30.000 dollari di danni. Pure Music ne chiede altri 30.000 per l'altra canzone, e così il bar si potrebbe trovare a dover pagare 60.000 dollari per aver suonato due canzoni.

Sondaggio
La rete ha reso famosi due personaggi per certi versi simili anche se molto diversi: secondo te chi è il più grande?
Julian Assange. Prende informazioni dalle grandi aziende e dai governi e le rende pubbliche gratuitamente. È stato accusato - tra le altre cose - di terrorismo.
Mark Zuckerberg. Prende informazioni e dati personali e li vende alle grandi aziende e ai governi. È diventato l'uomo dell'anno.

Mostra i risultati (2079 voti)
Leggi i commenti (36)

Il fatto è - spiegano, precisi, i legali delle due case discografiche nel documento con cui denunciano il bar - che «i danni non possono essere calcolati con precisione e, a meno che questa Corte non impedisca agli accusati di compiere di nuovo tali atti, i querelanti soffriranno danni irreparabili».

Tra questi danni, probabilmente, nessuna delle due aziende ha messo in conto quelli d'immagine che la causa sta costando loro.

A parte queste considerazioni, la legge è però dalla parte di Warner e Pure; è quindi facile prevedere che Giacomo Jack's perderà la causa, oppure che sceglierà di patteggiare e pagare (magari un po' meno dei 60.000 dollari minacciati: in questi casi le major diventano tenere e concedono piccoli sconti).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Infatti, ho commentato tutto già io altre volte, in occasioni simili, usando tutte le parole possibili per questi casi. Chiedo che mi vengano pagati 100'000 euro di danni incalcolabili. Giusto perchè sono buono. :D Leggi tutto
6-9-2014 01:19

Ma questi riescono ad essere seri mentre affermano stronzate di tale portata??? :twisted: Leggi tutto
4-9-2014 19:08

Soprattutto perché di persone magari ce n'erano 10 e manco badavano alla musica... ;)
4-9-2014 09:01

Mettiamo che quel bar conteneva per quei 10 minuti di riproduzione 1000 persone che grazie al bar ora non compreranno la canzone. 1000*2$ su itunes= 2000$, facciamo 10 volte tanto per la multa e fanno 20.000$. Dato che i danni non possono essere quantificati, perchè cheidere 60.000$? Leggi tutto
4-9-2014 00:09

Io penso che delle figuracce le major se ne freghino altamente. Il loro scopo è arricchirsi sempre si più.
3-9-2014 12:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1794 voti)
Settembre 2022
Da Amazon un Kindle su cui si può anche scrivere
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 ottobre


web metrics