Violati i server di Yahoo e Winzip

Gli hacker avrebbero sfruttato il bug noto come Shellshock.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-10-2014]

yahoo server violati shellshock winzip

Il bug Shellshock individuato nella shell BASH alcuni giorni fa continua a mietere vittime, coinvolgendo anche nomi importanti.

Tra questi, secondo quanto dichiara il ricercatore Jonatha Hall di Future South, ci sono anche Yahoo, Lycos e Winzip.

Tutto è iniziato, come racconta il blog dell'azienda, quando Hall ha scoperto che qualcuno stava sondando i suoi server per scoprire se fosse possibile sfruttare Shellshock; questo qualcuno agiva tramite script presenti su server già compromessi, che facevano capo per l'appunto a Yahoo, Winzip e Lycos.

Proseguendo nell'indagine, Hall ha effettivamente individuato su alcuni server di quelle società uno script PERL dannoso e ne ha analizzato il codice, scoprendo alcuni commenti in rumeno che lasciano quindi ipotizzare che gli hacker autori dello script siano originari della Romania.

A questo punto Hall ha avvisato sia le azienda in questione sia l'FBI, che ha iniziato le indagini.

Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1385 voti)
Leggi i commenti (13)

Stando a quanto si legge sul blog di Future South, Lycos ha negato la presenza della vulnerabilità.

Winzip, invece, seppur impiegandoci un po' di tempo ha ammesso la falla e ha provveduto a correggere il bug, ringraziando il ricercatore per il lavoro svolto e affermando che i dati degli utenti non sono stati compromessi.

Yahoo ha avuto una reazione un po' più complessa. All'inizio, l'azienda ha confermato quanto ipotizzato da Hall; in seguito, però, ha affermato che l'hacker misterioso ha sì effettuato una scansione di alcuni server alla ricerca di Shellshock ma poi, non trovandolo, ha adoperato una falla presente in uno script di debug che in quel periodo venivano eseguiti.

In tal modo ha compromesso «a una manciata di server». «Tre dei nostri server Sports API contenevano del codice pericoloso che è stato eseguito in questo fine settimana da criminali che cercavano server vulnerabili a Shellshock» ha spiegato Alex Stamos, di Yahoo, negando però che Shellshock fosse la falla adoperata per ottenere l'accesso a quei tre server.

In ogni caso Yahoo è convinta che i dati degli utenti siano al sicuro e che nessuno sia riuscito ad accedervi, anche se Hall sembra non essere proprio convinto di ciò.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il malware che spia i manifestanti di Hong Kong
ShellShock, falla critica in Linux e Mac OS X
Attacchi DDoS in aumento, cosa fare per difendersi

Commenti all'articolo (1)

{Franca}
non e`assolutamente vero ciò`che dichiara yahoo- anzi. Yahoo per esperienza personale che ho avuto e continuo ad avere, e`per eccellenza dedicato ad intrusioni abusive. Lo fa`tutto il tempo.
8-10-2014 16:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale tra queste donne andrebbe ricordata maggiormente per le sue scoperte?
Elizabeth Blackwell (fu pioniera nella medicina)
Rachel Carson (lanciò il movimento ambientalista contro i fitofarmaci)
Marie Curie (studiò le radiazioni)
Rosalind Franklin (contribuì alla scoperta del DNA)
Jane Goodall (studiò la vita sociale degli scimpanzé)
Ipazia (astronoma e matematica della Grecia antica)
Ada Lovelace (fu la prima programmatrice di computer)
Barbara McClintock (scoprì l'esistenza dei trasposoni)
Maria Mitchell (scoprì la cometa di Mitchell)
Lise Meitner (elaborò la teoria della fissione nucleare)

Mostra i risultati (1797 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 ottobre


web metrics