Con il 730 precompilato inizia l'era del Fisco digitale

Ma la rivoluzione parte già zoppa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-04-2015]

730 precompilato agenzia entrate

La rivoluzione del Fisco avverrà il 15 aprile, giorno in cui debutterà il Modello 730 precompilato e la dichiarazione dei redditi diventerà più semplice.

Questa, almeno, è la promessa dell'Agenzia delle Entrate che con un comunicato stampa e con la messa in onda di spot televisivi sta informando della novità i 20 milioni di contribuenti italiani interessati (dipendenti e pensionati).

Il Modello 730 precompilato, accessibile online dopo aver richiesto l'apposito PIN, è da un certo punto di vista una benedizione: lo Stato non chiede più ai cittadini quelle informazioni che già possiede.

È quindi lo Stato stesso a compilare la dichiarazione dei redditi, in maniera gratuita e risparmiando molti mal di testa ai cittadini, che noin dovranno far altro che dare il proprio assenso.

C'è però un problema: nel 730 precompilato non ci sono i dati delle spese sanitarie. Ciò significa che il modello non include le detrazioni cui si avrebbe diritto per le prestazioni mediche e farmaceutiche; queste saranno incluse soltanto nel 730 precompilato del 2016.

Dato che per molti recuperare almeno in parte le spese sanitarie è importante, è facile prevedere che saranno diversi i contribuenti che preferiranno declinare l'offerta dell'Agenzia delle Entrate e integrare il 730 precompilato con le informazioni mancanti.

Sondaggio
Quanto impieghi per andare al lavoro? (one-way, ovvero: sola andata)
Da 1 a 15 minuti
Da 15 a 30 minuti
Da 30 a 45 minuti
Da 45 a 60 minuti
Più di 60 minuti

Mostra i risultati (2242 voti)
Leggi i commenti (14)

Per fare ciò potranno procedere in autonomia o, come già accade, rivolgersi a un intermediario (un CAF o un professionista).

La normativa che introduce il 730 precompilato prevede che chi lo accetta sia esentato dai controlli; chi invece preferisce correggerli (da sé o facendosi aiutare), potrà incapparvi. L'articolo continua dopo il video.

Ciò che sta facendo protestare tutti gli intermediari è che a norma di legge chi si rivolge a un CAF o a un professionista per la dichiarazione dei redditi non è più responsabile di eventuali errori: ogni responsabilità (compreso il pagamento delle sanzioni e l'obbligo di conservazione della documentazione) ricade sull'intermediario stesso.

La rivoluzione promessa dal Fisco, insomma, sembra un po' zoppa: il fatto che buona parte dei contribuenti probabilmente dovrà correggere il modello e i prevedibili contenziosi che potrebbero sorgere in caso di sviste nella dichiarazione minano alla base le buone intenzioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Sono assolutamente d'accordo con te! Però siamo italiani e quindi son tutti c... nostri! :twisted: Leggi tutto
11-4-2015 15:32

Concordo con Dino. E' vero che lo Stato ha tutti i dati che ci chiede ma sono in possesso di amministrazioni diverse che finora non si sono mai parlate o scambiate informazioni in maniera strutturata. Mettere in piedi questo meccanismo da zero non è semplice e come tutti i progetti informatici e organizzativi necessita di un pò di tempo... Leggi tutto
9-4-2015 19:40

Anch'io all'inizio il 730 me lo compilavo completamente e lo presentavo al CAF completamente precompilato con un contributo per la presentazione pari a zero all'inizio poi comunque irrisorio. Purtroppo però, già da qualche anno, per le sempre crescenti complessità e regole sulle quali mantenesi aggiornati ho scelto di affidarmi... Leggi tutto
5-4-2015 17:45

Ascoltando lo Youtube della Agenzia delle Entrate si comprende che, con lo spauracchio dei controlli, sperano che il contribuente rinunci a detrarre le spese sanitarie. La conferma di ciò avviene nel momento in cui l'agenzia, se osi inserire le spese sanitarie, minaccia di poter controllare il precompilato in toto (persino i dati da lei... Leggi tutto
5-4-2015 12:51

{Dino}
Ha fatto benissimo il Governo a lanciarsi in questa piccola rivoluzione digitale.Chi il precompilato lo faceva in proprio (come me) o tramite CAF non avrà nessun problema.Gli altri prenderanno visione (tramite CAF magari) e l'anno prossimo con il lancio completo saranno preparati all'evento.Gli errori erano possibili... Leggi tutto
5-4-2015 07:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la strategia ''mobile'' per il tuo web business?
Nessuna, spero che il traffico mobile diminuisca.
La versione mobile del mio sito.
Sto studiando il mobile proprio in questo periodo.
Non ho ancora piani o strategie.
Offrire app gratuite.
Sviluppare app da vendere.

Mostra i risultati (502 voti)
Febbraio 2023
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 febbraio


web metrics